iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : 23 and Beyond the Infinite – Lumen del Mundo

Mi servo - indegnamente - di un verso del compianto Franco Battiato per introdurre queste mie righe sul nuovo lavoro dei 23 and Beyond the Infinite, band campana con parecchie frecce al proprio arco e con la capacità di scagliarle tutte sul bersaglio voluto.

23 and Beyond the Infinite - Lumen del Mundo

23 and Beyond the Infinite – Lumen del Mundo

Ed è bellissimo perdersi in questo incantesimo.

Mi servo – indegnamente – di un verso del compianto Franco Battiato per introdurre queste mie righe sul nuovo lavoro dei 23 and Beyond the Infinite band con parecchie frecce al proprio arco e con la capacità di scagliarle tutte sul bersaglio voluto.

Otto sono i brani che compongono questo Lumen del Mundo, sette originali ed una cover, album che conferma come i ragazzi stiano crescendo in consapevolezza nei propri mezzi ed in capacità di mettere perfettamente a fuoco idee ed ispirazioni.

Il disco si apre con Infinite # 23 un pezzo psych incalzante alla Spacemen 3 ma non privo di proficui cambi di ritmo, seguono Knives nella quale fa capolino persino una vena country (!!!) anche se il cantato rimanda a quello di qualche oscura band di quelle che si trovano nelle compile sixties e Surfin’clogs nel cui incedere si possono ascoltare rimandi alla sacra triade Bauhaus, Killing Joke, Red Lorry Yellow Lorry anche se il tutto non è privo di ottime aperture più “solari”.

L’apice della scaletta è rappresentato dal parossismo di Horsedance alla quale fanno seguito il salmodiare desertico di Chemical Lovebomb e l’improbabile connubio tra i Buffalo Springfield ed i Loop in preda ad un ottimo trip di Dark Sunset.

Lumen del Mundo non sarà il definitivo sentimento nuevo, cosa lo è oggigiorno, ma certamente è disco molto molto bello.

 

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Muddy Worries Fucked Up

Muddy Worries Fucked Up

la vera forza dei Muddy Worries è quella di essere poliedrici, di saper contaminare le loro canzoni con varie influenze restando assolutamente credibili.

The Brightest Room

The Brightest Room – Omonimo

Nel caso dei Brightest Room, dei quali ho avuto la fortuna di seguire la crescita artistica, si può, con cognizione di causa, parlare di questo nuovo lavoro come quello della completa maturità.