Sonnocolla – E.R.A.

I sardi Sonnocolla (Francesco Erca, Marco Varrucciu, Giuseppe Cossu, Pietro Deledda, Enzo Desini), debuttano sulla lunga distanza con i nove brani di E.R.A.. Il disco, in uscita per Seahorse Recordings, si muove su sonorità alternative rock/indie rock/post grunge, conquistando con le orecchiabili melodie di chitarra.

Thaurorod – Anteinferno

I Thaurorod sono una band finlandese arrivata al secondo full length, dopo “Upon Hatred Battlefields” del 2010, e dedita un symphonic metal epico e melodico.

Old Polaroid – Nina

Tornano gli Old Polaroid, progetto del musicista siciliano Francesco Cipriano, dei quali avevamo già recensito la buona prima uscita.

Slow – III Gaia

Un disco nel quale vengono sviluppate armonie di grande intensità e capaci di evocare sentimenti di malinconia e disillusione.

Mirthless – A Dirge For Your Suicide

Un disco appena sufficiente essenzialmente per la sua incapacità di lasciare il segno, nonostante la genuina passione che traspare dal sound dei Mirthless.

Nerodia – Prelude To Misery

Una band assolutamente sopra le righe e da tenere d’occhio, in attesa di un auspicabile prossimo full length.

Aut In Vertigo – In Bilico

Quello che fanno gli Aut In Vertigo lo fanno bene, ma manca ancora quel qualcosa in più che li distingua da altre mille band.

Levania – Renascentis

“Renascentis” è il nuovo nato in casa Levania, album dalle mille idee e dalle altrettante contraddizioni.

2Pigeons – Akustik

Queste canzoni non sono migliori o peggiori rispetto all’originale, sono semplicemente altre canzoni.

BEST OF 2013 di Davide Siri

Come l’anno scorso (vedi BESTOF2012 di Davide Siri), anche sul finire di questo 2013 non posso esimermi dal buttar giù una classifica dei dischi che mi sono piaciuti di più quest’anno.

Arancioni Meccanici – Nero

Riuscire ad essere originali e credibili facendo rock alternativo in italiano è sicuramente difficile, ma gli Arancioni Meccanici ci riescono in pieno.

Silence After Funeral – Where the Serpents Grow

Un disco consigliabile a tutti coloro che intendono ascoltare del buon gothic metal privo di particolari asprezze ma ricco di passaggi davvero rimarchevoli.