WOLFANG – Intervista

WOLFANG - Intervista 1 - fanzine

WOLFANG – Intervista

Proseguiamo con la serie delle interviste alle band che sono state incluse nella compilation UMA 2015: oggi è il turno dei vicentini WolFang.

wolfanf

iye Intanto congratulazioni per l’avvenuto accesso alla compilation: ci raccontate in breve la storia della band?

Per iniziare vi ringraziamo per l’opportunità che ci state offrendo con questa intervista.
Tutto inizia intorno ai primi mesi del 2010, quando Riccardo, il batterista, e Leo, il tastierista, decidono di iniziare un nuovo progetto musicale sull’onda del power metal e successivamente arricchito con influenze nordiche folkeggianti. Nei mesi successivi la line up si completa con Alessandro e Andrea alle chitarre e Alessio alla voce; per quanto riguarda il bassista, la stabilità l’abbiamo raggiunta solo quest’anno, nel 2015, con l’arrivo di un altro Alessandro.
Tornando al 2010, abbiamo dedicato due anni circa alla sola composizione dei pezzi e alla preparazione dell’attività live. Nel 2013 ci sono state alcune esibizione in qualche bar locale, mentre l’occasione è arrivata nel 2014 con la vittoria del premio Ferrock al Vicenza Rock Contest che ci ha portati sul palco assieme ai Furor Gallico. Alla fine dell’anno scorso, riceviamo la chiamata del nostro amico Padrin invitandoci a condividere il palco con gli Arcana Opera e i Folkstone.
Da quel momento con gli Arcana è nata un’amicizia che tutt’ora è viva, consentendoci di aprire i loro concerti.

iye Cosa vi ha spinto a partecipare al contest indetto dalla Underground Metal Alliance?

I primi di aprile, guardando un evento creato dall’UMA, ci siamo imbattuti nel post del contest, così parlando tra di noi, abbiamo deciso di partecipare per la possibilità di far conoscere a molta gente del settore le nostre proposte musicali con un costo veramente ridotto. In caso di passaggio del turno, come è avvenuto, avere l’opportunità che il nostro materiale venga inviato a 700 etichette discografiche, la speranza che qualcuna di queste apprezzi la nostra musica è estremamente elevata.

iye Oltre a quelli più immediati, legati alla partecipazione a questa iniziativa, quali sono gli obiettivi che vi siete prefissati nell’immediato futuro?

La domanda sembra avere una risposta ovvia per una band. L’obiettivo di tutti sarebbe quello di pubblicare un album e, magari, fare un tour.
Consci dei nostri limiti attuali, vorremmo semplicemente iniziare a fare live fuori dalla regione Veneto, in modo da espandere il nostro pubblico e conoscere molte altre realtà musicali. In questo periodo ci stiamo focalizzando sulla composizione di nuovi pezzi e la tentazione di proporre un secondo EP è molto alta … sapendo che la fortuna è cieca, magari passando di qui, ci toccherà.

iye Quali sono per voi le band ed i musicisti di riferimento e per quali nomi, attualmente, varrebbe la pena oggi di fare un sacrificio per assistere ad un concerto?

Qui tocchiamo un tasto dolente perché ogni componente del gruppo ha le sue preferenze musicali. Le principali band di riferimento arrivano soprattutto dai paesi scandinavi come gli Ensiferum, i Korpiklaani e i Blind Guardian dalla Germania.
Le band per cui varrebbe la pena fare un sacrificio sono troppo numerose; sentirei di fare un sacrificio per quei gruppi che hanno fatto la storia del metal.

iye Suonare metal in Italia è un’impresa che porta con sé il suo bel coefficiente di difficoltà; tracciando un consuntivo di quanto fatto finora, siete soddisfatti dei riscontri ottenuti dalla band?

E’ risaputo che in Italia il genere metal non ha la popolarità come in altri paesi. Sinceramente fino ad ora siamo abbastanza soddisfatti di quel che abbiamo fatto, il nostro primo EP è stato apprezzato dai nostri fan e dalla critica; tuttavia come qualsiasi gruppo, non ci si accontenta mai e si cerca di puntare sempre più in alto.

iye Per quanto riguarda invece l’attività dal vivo, anche voi avete incontrato le stesse difficoltà nel trovare date e location disponibili che molti evidenziano? Ci sarà, comunque, la possibilità di vedervi all’opera su qualche palco nel corso dell’estate?

Nella provincia di Vicenza dove viviamo, i pochi locali presenti sono restii a far esibire band metal che propongono la propria musica a causa dei pregiudizi verso il genere. Nonostante tutto non molliamo e felici di ciò che stiamo facendo, andiamo avanti a testa alta.
Nel corso dell’estate ci sarà sicuramente la possibilità di vederci live. Abbiamo confermato alcune date, tra le quali la finale di un contest nei dintorni di Verona e il primo agosto saremo sul palco del Rhino Sound Fest di Lerino (vicino a Vicenza) con gli Arcana Opera. Le altre esibizioni le troverete nella nostra pagina facebook WolFang oppure su twitter cercando WolFang_band.

iye Per finire, vi lasciamo lo spazio per fornire ai nostri lettori almeno un buon motivo per avvicinarsi alla vostra musica.

Cari metallari e non, le cose che vorremmo dirvi sono tante e cercheremo di riassumerle di seguito.

Ogni nostra canzone ha una storia da raccontare, a volte presa dalla realtà e altre di pura fantasia, il tutto viene condito con sfumature di diversi sottogeneri tenuti insieme dal filo del power metal. La nostra sfida è, appunto, fondere i vari generi dentro alle canzoni mantenendo una struttura e un sound il più pulito e chiaro possibile all’ascoltatore.
Venite ai nostri concerti, sarà un’opportunità per fare amicizia e per divertirci tutti insieme accompagnati da ritmi power-folk e birra!

WOLFANG – Facebook

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.