Wide Hips 69 – Menopause Live in Studio

Wide Hips 69 - Menopause Live in Studio 1 - fanzine

Wide Hips 69 – Menopause Live in Studio

In questi ultimi tempi ho avuto la fortuna di ascoltare alcuni gruppi del miglior rock’n’roll formati da sole donne: le immarcescibili e sempre validissime Cleopatras, le mie adorate Bomb’o’nyrics ed ora le teramane Wide Hips 69.

A dire il vero le nostre non è che siano proprio tutte ragazze, il batterista, bontà sua, è un maschio, ma in questi casi si sa scatta la regola Demolition Doll Rods e si diventa una all-female band, e pensare che le DDR sarebbero al 33% formate da uomini!
Ma in questa occasione la composizione della band è assai poco importante e non deve assolutamente prevalere sul valore di questo Menopause che è disco esplosivo e coinvolgente.
Dentro ci sono la risposta italiana alle Runaways di “Cherry Bomb” (Stupid Bitch) eh? Bitch! Il suono più visceralmente garage (Blind Woman, Doom & Gloom e Bipolar Disorder), la furia punk’n’roll spaccaossa (l’anthem Live Fat, Die Drunk e Under the Train), il soul-punk alla Bellrays (I Needed You) e il suono rovinoso alla Trashwoman (Beer, Pussy & Tea).
Chiude il tutto la cover del classicissimo Ramblin’ Rose nella versione degli Mc5 band che, a mio parere, può essere indicata come una delle principali influenze delle nostre e, nella quale, traspaiono le indubbie capacità vocali di Cristina.
A quanto dicono le Wide Hips 69 quest’album è una sorta di live in studio che possa, parole loro, riprodurre il suono che si ascolta durante i loro concerti, ma io vi dico che questa è una mezza verità perché, sempre secondo me, quello che si ascolta assistendo ad un loro concerto è senza dubbio qualcosa di molto più elettrizzante di così.
Il suggello di garanzia lo mettono i ragazzi di Area Pirata che, decidendo di distribuirlo, ne suggellano la qualità.
Insomma basta parole: 1-2-6-9-via, fatevi travolgere da questo disco!

Tracklist:

1. Stupid Bitch
2. Blind Woman
3. Doom & Gloom
4. Live Fat, Die Drunk
5. I Needed You
6. Bipolar Disorder
7. Beer, Pussy & Tea
8. In My City
9. Girl Panic
10. Under The Train
11. Ramblin’ Rose

Line-up:
Luciano “HalfSpoon” – drums, screams
Daniela “Locomotion” – bass, screams
Lorena “SlimHips” – guitar, screams
Cristina “TitsQuake” – screams, cymbal

WIDE HIPS 69 – Facebook

Tags:
Il Santo
calcagnoluca31@gmail.com

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.