iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Varego

Varego: Se vi piace la musica cerebrale, ma siete metallari dentro, se gli Alice in Chains vi hanno scavato un solco dentro, i l...

Varego

Se vi piace la musica cerebrale, ma siete metallari dentro, se gli Alice in Chains vi hanno scavato un solco dentro, i liguri Varego sono il gruppo giusto per voi. Di seguito trovate la piacevole chiaccherata con Gero, chitarrista dei suddetti Varego, un gruppo che va sicuramente oltre la musica e che ci stupirà nel futuro.

Ciao Varego !

Ecco qui alcune domande :

iye Potete spiegarci la storia dietro al disco ? Sembra un concept album …

Ciao Massimo, sì, è un vero e proprio concept album, anzi, a dirla tutta, sono i Varego stessi ad essere una “concept band”, se mi passi l’espressione. “Tvmvltvm” è, infatti, una prima parte di una lunga storia che esploreremo con successivi lavori e che si ramificherà in diverse direzioni. A livello generico, per non entrare troppo nel dettaglio, qui si affronta l’incipit di un lungo percorso che ha come fine ultimo l’interfacciarsi dell’Uomo con l’infinità dell’Universo. Tutto ruota attorno alla figura di un negromante, che svela un percorso mistico di trasmutazione.

iye A mio avviso avete una grande influenza dal grunge anni ’90, quali sono i vostri punti di riferimento del genere ?

Per noi è un grande complimento, abbiamo vissuto in pieno l’età d’oro del grunge, la sua esplosione negli anni’90, quando c’erano band selvagge e cariche di belle speranze. La grandiosità della scena grunge era nella differenziazione della proposta, al tempo stesso però riconducibile a determinate caratteristiche di base come la genuinità e la freschezza delle varie band. La nostra formazione musicale viene anche da qui e per la precisione posso citare due band in particolare, ossia gli Alice in Chains, per la loro carica emotiva, e i Soundgarden, per l’impatto sonoro.

iye Raccontateci il vostro lavoro con Billy Anderson, uno che ne ha fatta musica …

Sì, ed è stata una grande soddisfazione a livello professionale, sapere di lavorare con una persona che nei suoi studi ha ospitato leggende viventi come Cathedral, Brutal Truth, Fantomas (tra le altre decine che potrei citare) è una cosa che ti riempie di orgoglio. Nello specifico sono stati due mesi di collaborazione intensa, in cui le nostre anime si sono alimentate vicendevolmente con opinioni, idee e consigli di ogni tipo, per poter generare al meglio il mostro che avevamo in mente. Billy Anderson si è dimostrato da subito empatico con le nostre richieste, dando poi il suo fondamentale tocco, unico e professionale, all’album.

iye Lovecraft e i suoi miti maledetti risuonano molto nella vostra musica, come potete descrivere il vostro rapporto con il grande misantropo ?

Lovecraft ha avuto un’importanza formativa a livello di gusti e preferenze non solo letterarie, ma anche musicali appunto. Essendo un autore che si scopre in gioventù, per forza di cose non riesci più a liberartene, i suoi scritti ti catturano e ti avvolgono e sei quasi costretto ad estrapolare un valore ulteriore, dai tratti universali, che va oltre al semplice significato letterario dei racconti. Nello specifico, nel nostro album Lovecraft è un pretesto per ambientare la narrazione in un mondo al tramonto, cosparso di insidie e di terribili verità provenienti da altre dimensioni e pronte a travolgerci.

- Varego

iye Cosa vi aspettate da questo disco ?

Riteniamo che la realizzazione di un album non sia un punto di arrivo, ma un punto di partenza, un mattone importante su cui costruire i passi successivi, a maggior ragione nel nostro caso, visto che si tratta del primo lavoro. Stiamo lavorando per poter diffondere il più possibile “Tvmvltvm” presso i tradizionali canali di vendita, abbiamo ottenuto la collaborazione di prestigiosi partner di caratura internazionale e da qui vogliamo partire per avere solide basi nel futuro più prossimo. Stiamo inoltre portando avanti la nostra label www.argonautarecords.com, con l’intento di farla diventare un polo per le sonorità Post Metal e derivati.

iye I vostri testi sottintendono molto di più di quello che dicono, vi definireste esoterici nel vero senso della parola ?

Direi di sì, intendendo il termine “esoterico” nella sua accezione più radicale e pura, nulla a che vedere con le baggianate dei nostri giorni quali cartomanzia o astrologia, con i cosiddetti “maghi da tv”. L’uomo per sua natura tende al soprannaturale e alla ricerca della divinità. Questi aspetti non sono intuibili grazie ai soli sensi fisici, ma devono esser ricercati nella parte più profonda e autentica di noi stessi e non all’esterno.

iye Se ne aveste la possibilità con chi vorreste suonare dal vivo ?

Siamo autentici divoratori di musica e potrei citarti decine di band che stimiamo e con cui vorremmo condividere il palco. Per cui, evitando così un elenco infinito, esagero e vado dritto al sodo: Tool, Kyuss, Neurosis, Mastodon, Pink Floyd e Doors.

iye Le vostre ultime delusioni musicali ?

Generalmente ci avviciniamo alle band che ci incuriosiscono praticamente conoscendo già tutto di loro, per cui ci è difficile esprimere giudizi negativi su questo e quell’album di cui a grandi linee sapevamo già cosa aspettarci. Rovescio però la tua domanda e ti cito invece un lavoro che ci ha sorpreso molto positivamente, avendo comunque sempre apprezzato la band, ossia il recentissimo OM, in cui la violinista Jackie Perez Gratz degli Amber Asylum ha fatto un lavoro da lacrime agli occhi tanta è la sua eleganza.

iye E’ pronto il vostro primo video ?

Ci stiamo lavorando, non è semplice, in quanto anche qui come per l’album stiamo impostando tutto in base alla logica del “do it yourself”, abbiamo molte idee e molte energie, aspettiamo il momento opportuno per canalizzarle al meglio. Siamo decisamente molto più avanti invece con i brani nuovi, che andranno a costituire un cd dalla media durata e per il quale ci avvarremo nuovamente della collaborazione di Billy Anderson. In più vedrà la presenza di uno special guest d’eccezione con cui abbiamo avuto il piacere di entrare in contatto grazie proprio al nostro album, ma di cui al momento non possiamo anticipare nulla, ma solo per ragioni scaramantiche, sia chiaro.

- Varego

iye Grazie per la pazienza, ciao Gero e ciao Varego !!!

Figurati, è sempre un piacere avere la possibilità di entrare nel dettaglio della nostra musica, grazie piuttosto a te per la splendida recensione al nostro album Tvmvltvm e a IYEzine per l’opportunità concessaci con questa intervista.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

GAZA SURF CHRONICLES E3

Con il passare delle settimane il problema principale si è rivelato la mancanza di acqua potabile e di conseguenza come badare alla propria igiene intima.

Amarok – Resilience

La cifra compositiva degli Amarok è piuttosto personale in quanto, rispetto al più canonico sludge doom, la band californiana non teme di rallentare i ritmi fino a sfiorare un’asfissia scongiurata dal mood atmosferico e melodico che pervade buona parte di un lavoro riuscito come Resilience.

THE BEVIS FROND – FOCUS ON NATURE

Nick Saloman è uno di quei musicisti che, a dispetto delle mode e dell’attualità del contesto storico-musicale (e nel fare ciò, per fortuna, è ancora in buona compagnia: Billy Childish, Graham Day, Robyn Hitchcock, Anton Newcombe, Mike Stax, Robert Pollard…) è sempre andato dritto per