iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Unnatural Helpers – Land Grab

È una storiaccia, ma a volte qualche album viene perso per strada e lo si ritrova solo sulla lunga distanza. Per caso.

Unnatural Helpers – Land Grab

Lo ascolti, ti diverte, e la bestemmia ti esce spontanea: perché diavolo non l’ho ascoltato (e recensito) prima? E maledici il tempo perso dietro ad uscite insulse e pallose che messe insieme valgono meno del mio calzino sinistro, quello con il buco all’altezza del mignolo. Ecco, questo è un po’ quello che è successo a me con Land Grab.
Gli Unnatural Helpers, collettivo di Seattle legato a doppio filo alla Sub Pop (in principio erano una banda di impiegati dell’etichetta) in attività dal 2006 o giù di lì, non ne hanno alcuna colpa. Anzi, arrivati alla seconda uscita discografica dopo vari travagli di line-up, hanno piazzato là un disco scoppiettante e divertente che trasuda rock’n’roll punk e divertimento da ogni singolo secondo. Nessun capolavoro rivoluzionario o discone imprescindibile ma una manciata di pezzi semplici, ruvidi e rocciosi che permettono ai Nostri di servirci un buon minestrone (ribollito, ma pur sempre gustoso) a base di garage rock, rock’n’roll, surf, persino punk old-school (alta scuola Damned & Briefs: ascoltare Hate Your Teachers e Walk) immersi alla bisogna in una melassa di melodie jangle che lasciano storditi. Una buona padronanza del riffaggio selvaggio e una voce versatile che sa ruggire svogliata ma anche cantare stupide canzonette da spiaggia costituiscono il plus. Allora, facciamo così: fatevi scuotere budella e neuroni dalle varie Medication, Stiff Wind, Trust It Hurts, Hate Your Teachers, Devil Is A Liar (un inaspettato noise punk al fulmicotone) e You’re Right, poi andate a svociarvi con i cori di Over You, When It Can Only Right e quando tornate ditemi che non vi siete divertiti. Occhio eh!

Track list
1. Medication
2. Stiff Wind
3. Mexican Borders
4. I Trust It Hurts
5. Toil
6. Hate Your Teachers
7. Over You
8. Devil Is A Liar
9. When It Can Only Go Right
10. Walk
11. Waiting Girl
12. You’re Right
13. Julie Jewel

UNNATURAL HELPERS – pagina Facebook

Hardly Art Records

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Emma Tricca - Aspirin Sun_cover

Emma Tricca – Aspirin Sun

Emma Tricca – Aspirin Sun : «Aspirin Sun» è un disco mattutino: di folk psichedelico mattutino, forse un po’ insonne. È folk cinematografico, se mi passate il termine, ideale colonna sonora di un vecchio film

Deerhoof - Miracle-Level_cover

Deerhoof – Miracle-Level

Tolti i testi, di cui la maggior parte di noi non capirà un acca, la musica è quella dei Deerhoof che abbiamo imparato ad amare, appena appena più pop e diretta di quella fuoriuscita dalle prove precedenti, ma sempre piacevolmente unica e bislacca.

Pamplemousse - Think of It_cover

Pamplemousse – Think of It

Think of It è un disco noise rock in bianco e nero, analogico fin dalla coperta, costruito su fondamenta di accordi in minore, riff fuzzosi che si avvolgono e si svolgono in continuazione come quelli di chi sapete voi, accompagnati da un battito preciso e minimale, che dà un solido contributo a sostenere l’architettura e dare groove alla materia.

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.