The Untamed – Delicious Death …

The Untamed - Delicious Death ... 1 - fanzine

The Untamed – Delicious Death …

Proprio qualche giorno fa ero immerso nei miei pensieri,e mi sono trovato a pensare che è vero che stiamo invecchiando, e che il rock’n’roll sta invecchiando con noi,che è musica sorpassato e via dicendo.
Sono sincero,per un pò ci ho pure creduto,e la cosa mi ha fatto davvero male.
Poi guardo i cd che Simone mi ha lasciato da recensire e scelgo di ascoltare quello degli Untamed forse perché era quello che maggiormente mi ispirava.
Un minuto,tanto mi è bastato,e ogni cattivo pensiero era già sparito,il rock’n’roll è la musica più viva che esista e affanculo tutto il resto.

Anche voi avete dei dubbi? Questo è l’album che fa per voi:una bomba di punk’n’roll da paura, un disco che riconcilia con la vita,uno di quelli che bisognerebbe ascoltare un giorno si e l’altro anche.
Tre facce che non potrebbero che suonare psychobilly,o spacciare droga,una carica di energia annichilente.
Quattro pezzi su tutti:”Annie” e “The devil and the wine” due proiettili di pura adrenalina,”Butterfly” i White Stripes più sboccati e maleducati e “Ghost radio”,la mai preferita,dotata di un ritornello che stende.
Vi ci vedo gia cari Untamed da anziani in una casa di riposo a bere birra scadente e vino dal cartone,mostrare fieri i tatuaggi,tormentare gli infermieri e suonare impunemente rock’n’roll.
che la vita mi riservi altri Untamed…ora!

Tags:
,
Il Santo
calcagnoluca31@gmail.com

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.