The Authentic Sound Of Cumbia // DAVE // vinyl selection

Nuovo lavoro di Dave di cui poco tempo fa abbiamo gustato dei suoi mixati sempre qui sulle nostre pagine, e ora il selecter ci porta alla radici del suono della cumbia, in un’esplorazione sonora generata da una ricerca molto accurata di 45 giri, 33 giri e anche 78 giri...

The Authentic Sound Of Cumbia

The Authentic Sound Of Cumbia // DAVE // vinyl selection

Nuovo lavoro di Dave di cui poco tempo fa abbiamo gustato dei suoi mixati sempre qui sulle nostre pagine, e ora il selecter ci porta alla radici del suono della cumbia, in un’esplorazione sonora generata da una ricerca molto accurata di 45 giri, 33 giri e anche 78 giri dell’epoca d’oro di questo suono, vinili che riservano una grande energia ed un suono unico, che si sviluppa nel tempo.

“ The authentic sound of cumbia “ è un viaggio nel sonido di alto livello, che esce in anteprima per In Your Eyes e che conferma il gusto e la conoscenza della materia di Dave.

La copertina del mix è di Matteo Anselmo.

Trovate altri lavori di Dave qui https://mixcloud.com/mojotropical/

“The Authentic Sound Of Cumbia” vinyl mix

Da quanto ho potuto capire ascoltando e leggendo, la cumbia nasce in Colombia come frutto dell’unione tra la tradizione musicale andina e quella africana portata dagli schiavi deportati. Espressione di una cultura popolare, inizia da subito la sua evoluzione assumendo connotati differenti a seconda dei luoghi.

Da una parte la cumbia dell’interno e dall’altra quella della costa; diverse ma unite, non solo idealmente, dal Rio Magdalena. Quando si diffonde al di fuori della Colombia assorbe influenze musicali locali e così, ad esempio in Perù, nasce la chicha (conosciuta anche come cumbia psichedelica per via dell’impiego delle chitarre distorte) oppure la rebajada messicana.

In questo mixtape, primo di una serie, ho provato a mettere insieme un po’ di brani delle origini provenienti da 45/33/78 giri originali dell’epoca, ristampe e rimasterizzazioni.
La grafica che vedete e che mi fa sballare non poco, è opera di Matteo Anselmo che ringrazio per aver saputo mettere insieme in modo armonico tanti elementi che rimandano alla tradizione popolare di questa musica come il cappellaccio dei campesiños o la fisarmonica.

Matteo, il tuo lavoro è diventato ormai quasi un feticcio per i miei viaggi musicali. Grazie!

Il mixato lo trovate da domani sul sito di IYE e dalla prossima settimana sul mio profilo Mixcloud.

A Gozar!

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

ZAKO – I

Durante una trasferta in Toscana per motivi familiari, per chi vi scrive si è presentata una splendida opportunità: quella di vedere in azione, per la prima volta dal vivo, i leggendari Fuzztones in concerto a un’oretta d’auto di distanza da dove (temporaneamente) alloggiava. Colto l’attimo,

THEE HEADCOATS – IRREGULARIS (THE GREAT HIATUS)

Neanche il tempo di recensire l’album-raccolta “Failure not success” (pubblicato col moniker Wild Billy Childish & CTMF) che arriva subito un altro Lp, nel 2023, firmato dallo stacanovista inglese Billy Childish, poliedrico menestrello di culto, che per questa release ha riesumato gli Headcoats, che tornano

I miserabili di Ladj Ly

I miserabili di Ladj Ly

Dedicato a chi è d’accordo con la frase di Hugo che chiude la pellicola: “Amici miei, tenete a mente questo: non ci sono né cattive erbe né uomini cattivi. Ci sono solo cattivi coltivatori”.