Talmud Beach – Chief

Talmud Beach – Chief

Blues Rock molto tranquillo fatto con gran classe e piacevolissimo, e canterete sottovoce felici con questi tre finlandesi.

Blues rock molto tranquillo fatto con gran classe e piacevolissimo, e canterete sottovoce felici con questi tre finlandesi.

Ci sono molti modi di fare il blues, e difficilmente il blues può essere originale, ma in questo caso ci riesce.
I ritornelli dei Talmud Beach sono dei ganci che cattureranno la vostra attenzione, mente la loro musica vi entrerà dentro, scavandosi una piacevole via nella vostra mente. C’è anche dell’ottimo pop in questa ricetta e tanta quiete.
Un disco diverso di grande musica, gioiosamente malinconica.

TRACKLIST
1. Ain’t So Young
2. Pharmacy Blues
3. Mountain Man
4. Forest
5. Kekkonen
6. Snow Snow Snow
7. Chinaman Blues
8. Born With the Blues
9. Chief

LINE-UP
Petri Alanko.
Mikko Siltanen.
Aleksi Lukander.

VOTO
7,5

TALMUD BEACH – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.