Songs The Web Taught Us

rocnroll

Songs The Web Taught Us

TEENAGE CAVEGIRLCiao ragazzacci (e soprattutto ragazzacce) un saluto dal vostro Reverendo merdone vizioso. Oggi inauguro una nuova rubrica periodica su questa webzine.

Già dal titolo chiariamo lo scopo: affidiamo i nostri peccati al santo laico protettore LUX INTERIOR (e se non sapete chi è, non “googlate” e levatevi di culo: siam mica qui a istruire i neofiti…) affinchè ci guidi nell’esplorazione, in giro per la rete, di nuove realtà rock ‘n’ roll che, in tutto il mondo, operano in ambito indipendente o, comunque, rigorosamente fuori da circuiti mainstream.

Ergo, alzate il volume al massimo, sturatevi le orecchie e impostatele in modalità: stupro uditivo!

Iniziamo con i TEENAGE CAVEGIRL, duo texano formato dalla intrigante LA (voce e percussioni) e da Andy Ray (chitarra e voce). Si autodefiniscono “trash-pop bop with a bonehead beat” e allietano i nostri timpani con un garage punk scarno e minimale, col cantato prevalentemente femminile.

Presentiamo il loro album d’esordio, autoprodotto, intitolato “Candy Cigarettes”, uscito l’anno scorso. Dieci pezzi veloci e feroci, con una trascinante attitudine lo-fi, che si lasciano facilmente ri-ascoltare più volte (almeno fin quando Bandcamp non vi avviserà di mettere mano al portafogli).

Prendete e ascoltatene tutti (se volete, acquistatelo anche) il vostro Reverendo vi assolve da eventuali atti impuri che questo disco potrebbe far generare nelle vostre anime deviate.

VENITE a me!

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.