Ruth Ware – L’Invito

Ruth Ware - L'Invito 1 - fanzine

Ruth Ware – L’Invito

Condividi:
Share

La vita di Leonora Shaw scorre tranquillamente, tra l’abituale caffè mattutino e le innumerevoli ore passate a scrivere nel piccolo bilocale che racchiude la sua esistenza. Leonora, dagli amici chiamata Nora, è una scrittrice di gialli e, come ogni scrittore, talvolta ha bisogno di rimanere in solitudine per riuscire a buttare giù qualche idea per i suoi romanzi.

Ma la vita tranquilla – e a tratti noiosa – di Nora è destinata a subire uno strano e inaspettato sconvolgimento. Come ogni mattina, dopo aver preparato il caffè, Nora accende il pc per controllare le mail nella sua casella elettronica. Si aspetta di vedere il nome della sua editor, nella lista delle mail in arrivo. Ma ciò che vede, invece, la lascia a bocca spalancata. Una certa Flo la invita a partecipare all’addio al nubilato di un’amica comune: Clare Cavendish.
Nora non ha la più pallida idea di chi sia Flo e del perché, dopo dieci anni di assoluto silenzio e nessun contatto, la sua ex migliore amica Clare desideri invitarla a una festa così intima. Sopratutto quando gli invitati sono un pugno di persone.
Nora non sa se cancellare la mail, facendo finta di non averla mai ricevuta. Proprio non le interessa festeggiare insieme a Clare, sopratutto dopo quello che è successo dieci anni prima. Ci sarà un motivo, se Nora ha deciso di tagliare i ponti, no?
Ma Nora nota che oltre lei, l’invito è stato esteso anche a Nina, la sua attuale migliore amica. Anche Nina conosce Clare, erano tutte e tre nello stesso liceo, ma a differenza della bella e popolare Clare, Nina è riuscita a mantenere i rapporti con Nora.
Nora non sa quel che le aspetta, non conosce le conseguenze che ricadranno su di lei, nel momento in cui accetta di partecipare a quell’addio al nubilato. Non sa ancora quel che di orribile accadrà, né quante sorprese e notizie scioccanti riceverà in quel week end da paura.
L’invito è un romanzo che si concentra molto sui sentimenti dei protagonisti: l’autrice dedica, infatti, molte pagine alla descrizione dello stato d’animo, dei pensieri e di tutte le sfaccettature da cui è composta l’anima umana, aumentando via via il grado di suspance e curiosità.
L’effetto finale è dirompente e sconvolgente.
Quando lo avrete concluso, vi assicuro che gli addii al nubilato non avranno più lo stesso sapore.

Condividi:
Share
Tags:
Federica Bruno
federicabrunofri@gmail.com

Federica Bruno nasce a Salerno, il 20/09/1988. Studia al liceo classico Torquato Tasso, sceglie di proseguire gli studi umanistici e si laurea in Filosofia. Affronta un master in editoria e comunicazione, uscendone viva, e si mette subito a collaborare con alcuni editori e scrittori come correttrice di bozze, editor, consulente editoriale. Lavora presso la Marcos y Marcos in qualità di stagista, in ambito ufficio stampa/ grafica/ redazione. Scrive recensioni per diversi blog dedicati ai libri, sua infinita passione. Ha cantato in un gruppo rock e in un coro gospel, è innamorata della musica e non può fare a meno di vivere con essa. Ha lavorato come stagista in ambito ufficio stampa presso la Mondadori Libri, vivendo la sua vita in mezzo all'elemento che più assomiglia a una casa per lei: i libri. Successivamente ha intrapreso una collaborazione con l'agenzia media Babel Agency, mentre attualmente lavora nell'ambito Corporate Brand Identity presso Edison spa. La passione per la scrittura ha contagiato anche la sfera lavorativa: collabora con entusiasmo, in qualità di copywriter, proofreader e revisionist, con l'agenzia olandese Spotzer.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.