iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Rec_l – For Anita

In questo caso non si può nemmeno parlare di musica in senso stretto perché ci troviamo davanti ad una distruzione dell’accezione comune delle musica, per usare la stessa come arma per operare una rivoluzione almeno musicale.

Rec_l – For Anita

Questa frase campeggia nella home page della neonata etichetta toscana di musica non musica Kaczynski, un’ingresso che farà soffusamente rumore nella sicura scena italiana.

Giustamente vi starete chiedendo, ma chi è questo Theodore J. Kaczynski ?

E’ Unabomber, l’originale americano, non quello italiano che non è mai stato preso. La figura di Theodore J. Kaczynski è molto interessante, perché è stato spacciato come pazzo, ma la sua parabola nasconde qualcosa di molto più profondo, che qui non è il caso di indagare oltre, poiché non è la sede più adatta. Qui dobbiamo almeno provar a capire cosa lega Unabomber a questa etichetta italiana.

La Kaczynski prova a rivoluzionare la musica, o usare essa per fare qualcosa di rivoluzionario facendo ciò che dice l’ex professore di Berkeley, ovvero che per creare qualcosa di nuovo bisogna distruggere, meglio in questo caso far collassare la canzone, superando la forma canzone, arrivando a proporre un qualcosa che unisce field recording, lo – fi e sperimentazione minimale. L_Rec, i nomi non sono importanti alla Kaczynski, ha registrato queste due tracce da qualche parte in Spagna e sono quello che vogliono essere : un estraniante suono di avanguardia.

Qui non c’è canzone, ma solo suono, in apparenza scarno, ma in realtà molto pregno che ci conduce ad un elaborazione mentale che è strettamente personale.

In questo caso non si può nemmeno parlare di musica in senso stretto perché ci troviamo davanti ad una distruzione dell’accezione comune delle musica, per usare la stessa come arma per operare una rivoluzione almeno musicale.

E come diceva il Kaczynski d’oltre oceano, per operare un cambiamento drastico bisogna che nascano e si sviluppino fortemente valori che siano incompatibili con i valori della società dominante. Proprio quello che fa la Kaczynski con la sua non musica.

ETICHETTA:Kaczynski Editions

TRACKLIST
1.For Anita
2.Lonely

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Michele Borgogni

Abbiamo avuto la fortuna di fare due chiacchiere con Michele Borgogni, scrittore aretino di weird, fantascienza, ma soprattutto cantore di storie belle, interessanti e che nascono spesso dal nostro quotidiano, che è già molto weird di suo.