papermill – weighed down by the fog

Pubblicato il

Scritto da

(AUTOPRODOTTO 2007)tanto per darne una definizione idiota li si potrebbe nominare iMogwai anfibi di Olona (Va), giusto per tracciare qualche coordinatasonica. Sicuramente hanno una grande simpatia per i corsi d’acqua,unito a uno spiccato senso dell’ironia. Il tappeto sonoro è tenero edindolente, rimanda appunto ad un lago, posto dove hanno inciso questodischetto. Sono quasi tutti tecnici informatici, quindi pazzi, mafinchè sfornano queste robe, può passare. Tanto per non scordarsi ciòche gli dà il pane ecco che in “Euphoria” il tastierista usa unatavoletta grafica computerizzata per produrre suoni. Ve li consigliocaldamente le atmosfere sono da nebbia, calma e polleggiamento, ma quìe là qualche graffio ricorda che ci si può fare male in questo mondo.L’ ep è scaricabile gratutitamente da : www.rock.it/papermillpostronic.org/papermill

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.