iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Mirrormaze – Walkabout

Mirrormaze - Walkabout: Debutto di spessore per questa band di progressive metal, destinata a grandi cose. Dall'Italia arrivano i Mirrormaze...

Mirrormaze – Walkabout

Debutto di spessore per questa band di progressive metal, destinata a grandi cose.

Dall’Italia arrivano i Mirrormaze, band di progressive metal al debutto con “ Walkabout “. Il progressive metal è un genere che può facilmente scadere nel noioso, se non si hanno talento e fantasia, ma non è questo il caso dei Mirrormaze. Il disco è un viaggio sempre interessante e vario, tra i Rush, Dream Theater e Fates Warning come luci nelle tenebre del processo compositivo. Di loro i ragazzi ci mettono davvero tanto, offrendo un progressive metal davvero interessante, sapientemente bilanciato tra melodia e potenza, cone un suono sempre riconsocibile e mai banal e con molta epicità, come si conviene ad un gruppo progressive. Basti sentire “ Deeper signs “, che vede alla voce la grande partecipazione di Ray Alder, cantante dei Fates Warning. Partendo dall’Italia, sono andati a registrare in Svezia, sotto le sapienti mani di Staffan Karlsson, già produttore di Stevie Wonder, Earth Wind and Fire e Roxette. Il gruppo con questo disco è destinato a diventare uno dei migliori gruppi di progressive italiano e no nsolo, ascoltatelo e capirete. Da tanto non mi capitava di ascoltare un così buon disco di progressive metal.

Mirrormaze-Walkabout

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Terramorta – Intifada

Esordio discografico per i Terramorta, gruppo grindcore metal con un tiro esagerato, un qualcosa che ti si attacca addosso come una sanguisuga e non ti molla fino alla fine.

septic state

Septic State – Life Of Hate

Septic State: ennesimo progetto riuscitissimo e fedele a nessuna linea della Extreme Chaos Records, perché il chaos è vita, e suono