Pierluigi Porazzi – Azrael

Pierluigi Porazzi – Azrael

Si conclude la trilogia di Alex Nero, il personaggio creato da Pierluigi Porazzi, nato nel 2010 con “L’Ombra del Falco”, seguito nel 2013 da “Nemmeno il Tempo di Sognare”, tutti editi da Marsilio.

Porazzi è friulano e ciò è importante poiché le sue vicende si svolgono ad Udine, una città molto nera nei racconti dello scrittore.
Per non rovinarvi nulla del gusto di leggere le prime due parti della trilogia, vi diciamo solo che una faccenda che si credeva risolta torna in tutta la sua violenza ed il sangue di amici ed innocenti scorre su Alex Nero. Il protagonista è particolare, come particolari sono le trame e le vicende sull’asfalto udinese.
Porazzi è uno dei pochi scrittori gialli che parla e contestualizza molto bene i suoi romanzi. La sua analisi della società attuale, mediata dal mezzo del romanzo, è molto forte ed acuta, e attribuisce al noir quella valenza sociale che troppe volte viene dimenticata.
Il noir, se usato come fa Porazzi, è infatti un mezzo privilegiato di descrivere realtà che altrimenti perderebbero di forza, ma la vividezza di questo genere rende meglio certi colori, specialmente quelli più oscuri. La scrittura è accurata e ci porta dentro l’incubo, e si sente crescere un’ansia che non finisce neppure quando si chiude il libro, poiché il mondo che narra Porazzi è il nostro, e le brutture dentro Azrael succedono davvero, non solo quelle straordinarie ad opera del Teschio, ma quelle più piccole e forse più meschine di tutti i giorni.
Un noir tra i migliori di quest’anno, che mostra la costante crescita di questo scrittore, il quale lascia la porta aperta per il ritorno di Alex Nero, anche se sarà difficile eguagliare o superare i picchi di questa ultima pubblicazione.

pag. 360
Euro 18 – E-Book 9,99

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
1 Comment
  • Pierluigi
    Posted at 17:03h, 18 Agosto Rispondi

    Grazie mille per la splendida recensione!

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.