Majakovich – Il Primo Disco Era Meglio

Majakovich – Il Primo Disco Era Meglio 1 - fanzine

Majakovich – Il Primo Disco Era Meglio

I Majakovich, band umbra composta da Francesco Sciamannini, Giovanni Natalini e Francesco Pinzaglia, ritornano, a quattro anni da “Man Is A Political Animal By Nature”, con Il Primo Disco Era Meglio. Il nuovo album, cantato completamente in italiano e in uscita per Metrodora Records, ci regala undici brani indie rock/alternative rock di grande impatto.

Devo Fare Presto, tra chitarre, basso, cori e melodie accattivanti, si pianta in testa fin dal primo momento, aprendo al fulminante scorrere di La Verità (E’ Che Non La Vuoi) e alle esplosioni di chitarra di Perchè Francesco Migliora. Cambiando completamente registro, Colei Che Ti Ingoia mette in primo piano il dialogo fra pianoforte e batteria, dando vita a un brano denso di emotività, mentre Ufo, ancor più pacata ed introversa, si contrappone ai tumulti sporchi (causati da basso e chitarra) di Era Meglio. L’energico procedere de L’Hype Del Cassaintegrato, invece, sciogliendosi nel morbido e vaporoso accarezzare di Ho Già Deciso, lascia che a chiudere siano la tirata Cristo, il cuore tempestoso di Una Vita Al Mare e la più elaborata e avvolgente Prodezze.

Il secondo lavoro dei Majakovich, a differenza di quanto dice il titolo, è sicuramente migliore del primo disco. Ci troviamo, infatti, di fronte a un album che, tra testi interessanti e una parte strumentale decisamente curata, trasforma l’alternative rock di fine anni ’90 inizio anni ’00 in un qualcosa di attuale e, a tratti, inedito. Sono dischi come questo che mantengono viva la speranza che non tutto sia perduto.

Tracklist:
01. Devo Fare Presto
02. La Verità (E’ Che Non La Vuoi)
03. Perchè Francesco Migliora
04. Colei Che Ti Ingoia
05. Ufo
06. Era Meglio
07. L’Hype Del Cassaintegrato
08. Ho Già Deciso
09. Cristo
10. Una Vita Al Mese
11. Prodezze

Line-up:
Francesco Sciamannini
Giovanni Natalini
Francesco Pinzaglia

MAJAKOVICH – Facebook

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.