Louis Lingg And The Bombs – Long Live The Anarchist Revolution

Louis Lingg And The Bombs - Long Live The Anarchist Revolution 1 - fanzine

Louis Lingg And The Bombs – Long Live The Anarchist Revolution

Condividi:
Share

Otto pezzi di punk-rock schietto e diretto sono la proposta dei parigini Louis Lingg and the bombs,gruppo che non fa mistero della propria appartenenza politica gia’ dal titolo dell’album che suona eloquente come un manifesto programmatico.
I nostri prendono il nome dall’anarchico tedesco Louis Lingg,vissuto nella seconda meta’ dell’ottocento.

Prima di questo ascolto non conoscevo il suddetto personaggio,ma,spinto dalla curiosita’, mi sono documentato venendo a conoscenza di una di quelle esistenze degne di essere vissute; vi consiglio vivamente di fare lo stesso.
Ma torniamo alla band in oggetto,il primo nome che mi e’ sovvenuto ascoltandoli e’ stato quello degli X-ray spex (sara’ per la voce della cantante July Hate),tanto che non guasterebbe la presenza di un sassofono impazzito come quello che caratterizzava il il gruppo capitanato da Poly Styrene.
Fra la canzoni che compongono l’album,tutte su livelli piuttosto levati, spicca “La manteuse”, per distacco, il mio pezzo preferito.

Condividi:
Share
Tags:
Il Santo
calcagnoluca31@gmail.com

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.