L’Infermiera di Notte

L'Infermiera di Notte 1 - fanzine

Pubblicato il

Scritto da

Prima di parlare di questo film bisogna analizzarne il cast (stellare), ci sono: una Gloria Guida che più bella non si può, un Lino Banfi mattatore ineguagliabile, un Alvaro Vitali splendido,un Mario Carotenuto che non ha bisogno di aggettivi e tanti altri grandissimi del nostro cinema. La storia ha come protagonista un dentista Nicola Pischella (Lino Banfi) che ha alla sua dipendenze un aiutante a dir poco sconclusionato ed incapace Peppino (Alvaro Vitali). Nel suo studio l’odontoiatra lavora poco ma in compenso tenta di amoreggiare parecchio sia con l’amante Zaira (Paola Senatore, in seguito attrice porno di gran lignaggio) che con tutte le sparute, ma spesso avvenenti, clienti. La storia prende quota quando a casa Pischella si presenta un presunto zio della moglie di Nicola,Lucia (Francesca Romana Coluzzi, già consorte di Banfi nello splendido Il Brigadiere Pasquale Zagaria ama la mamma e la polizia). Questi non è altri che un impostore di nome Alfredo ma che si presenta come zio Saverio (Mario Carotenuto),chiede alla finta nipote ospitalità ed assistenza medica in quanto molto malato in cambio promette un ricco lascito. La famiglia Pischella,allettata dai soldi dell’eredità, accetta di ospitare il degente e mette a vegliare su di lui una badante brutta ed anziana. Carotenuto, spaventato dalla orribile presenza, minaccia di chiamare un notaio al quale lascerà detto di devolvere i suoi beni all’ordine dei Carmelitani Scalzi. Terrorizzati dalla minaccia Banfi e la moglie cambiano immediatamente infermiera assumendo la fantasmagorica Angela Della Torre (Gloria Guida), la scelta rimette lo zio in pace, e ci mancherebbe! Come è ovvio che sia la bellezza mozzafiato della Guida alletta e non poco i maschi di casa ,Nicola ed anche il figlio Carlo (Leo Colonna). Il dentista prova in tutti i modi a concupire la bella infermiera ma i suoi tentativi cozzano contro l’indifferenza prevedibile di lei e la feroce e violenta gelosia della giunonica consorte. Sembra invece avere decisamente più chances il figlio che accompagna Angela in discoteca e lì la seduce, menzione speciale al dj improbabile del locale (l’Io Valentino di Ceglie Massapica),un gustosissimo Lucio Montanaro. Ma, mentre Carlo si fidanza con la Guida, vengono fuori la vera identità e le vere intenzioni del presunto che zio che si era introdotto in casa Pischella solo per trafugare un prezioso diamante nascosto in un lampadario dell’appartamento. Nicola e la moglie restano così cornuti e mazziati. Nel film compaiono anche,con ruoli “minori”, una arrapantissima vicina di casa (Anna Maria Clementi) ed il mitico Jimmy Il Fenomeno nel ruolo di un postino. Questo film quando uscì,nel 1979, fu proiettato con il divieto d’ingresso ai minori di 14 anni,certo che rivedendolo con gli occhi di adesso tale divieto appare quanto meno anacronistico. Quindi per concludere cast esplosivo+storia esile+regista collaudato=grande classico del cinema italiano di genere.

Regia di Mariano Laurenti Con L.Banfi,G.Guida,A.Vitali,M.Carotenuto

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.