Latte+ – No More Than Three Chords

Latte+ – No More Than Three Chords

Eccomi qua. Cioè Alex e i miei tre drughi. Cioè George e Dim. Ed eravamo seduti al “Korowa mlikbar” arrovellandoci il gulliver per sapere cosa fare della serata. Il “Korowa milkbar” vende “Latte+”, cioè diciamo latte rinforzato con qualche droguccia mescalina che è quello che stiamo bevendo. E’ roba che ti fa robusto e disposto all’esercizio dell’amata ultraviolenza”.

Con questa frase cominciava il capolavoro visionario di Stanley Kubrick intitolato “Arancia Meccanica”, ed è da quel film che certamente hanno tratto ispirazione questi tre “veterani” empolesi dal cuore pop e dall’anima punk.
I 18 brani di questo No More Than Three Chords si snodano sulle coordinate alle quali hanno fatto riferimento altre centinaia di band, quelle che partendo dai Ramones hanno fatto migliaia di proseliti, e lo fanno davvero bene.
Dentro all’album ci sono brani più morbidi e “moderni” alla McRackins / Travoltas (Anyway i wanna be with you), l’ironia tagliente ma pur sempre veicolata sui binari della melodia (Gigi the fascist), il power-pop alla Weezer (Here come summer again), i pezzi tipicamente ramonesiani (It’s ok for us e I lost you in the basement), le impennate di velocità (I wanna be like Steve McQueen, la mia preferita del lotto) ed i doverosi tributi alle divinità pagane (Johnny Ramone).
Sento già in sottofondo le vostre giaculatorie: “Di gruppi così ne abbiamo sentiti a badilate“, “Sono poco originali“, “Sempre la solita minestra
E quindi tanto per rimanere in tema religioso che, fra l’altro, so esservi molto caro, beccatevi questa mia litania :”A me questo tipo di suoni hanno sempre fatto impazzire e tutte le volte che sento un disco di questo genere mi si allarga il cuore
E ci aggiungo che i Latte+, fra gli interpreti di tali vetusti suoni, sono decisamente al di sopra della media.
Saranno pure niente di più dei soliti tre accordi ma, se suonati con il giusto feeling e la necessaria attitudine, sono sempre una delle cose più belle che si possano ascoltare.

LATTE+ – Facebook

https://soundcloud.com/rocketman-records/no-more-than-three-chords

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Madhouse – Secret antithesis

Terzo disco per i Madhouse capitanati dalla cantante cantante Federica Tringali e dal chitarrista Filippo Anfossi, il titolo è ” Secret antithesis” ed esce per Nadir Music. La proposta musicale dei Madhouse è un metal moderno e fresco, con rimandi gotici in alcuni passaggi.

Mudhoney, ad aprile il nuovo album. Condiviso il primo singolo

Dopo un silenzio discografico durato quattro anni (escludendo split singles e la ristampa espansa del 2021 per il trentennale di “Every good boy deserves fudge”, infatti, risale al 2019 l’ultima pubblicazione di materiale ufficiale, l’Ep “Morning in America”) tornano i Mudhoney

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.