Lachesi

Lachesi: Fertile aratro pettina le onde del mare, rendendole firme riflesse nel cielo. Cumulonembi affrontano ai pari un esercit...

Lachesi

Fertile aratro pettina le onde del mare, rendendole firme riflesse nel cielo.
Cumulonembi affrontano ai pari un esercito di mongolfiere colorate, portatrici di profumi per gli occhi.
Entrambe giocano al ditirambo per contendersi la chiglia del sole e il ciglio lunare, entrambi portatori di paciosi capricci.
Quanto al diodo nessuno seppe come ricordarlo, allora affidando ai bambini lo zelo della felicità , ma l’incompiutezza delle bolle di sapone seppe ritrovare in loro l’eterno sorriso.

kendra1

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

THEE HEADCOATS – IRREGULARIS (THE GREAT HIATUS)

Neanche il tempo di recensire l’album-raccolta “Failure not success” (pubblicato col moniker Wild Billy Childish & CTMF) che arriva subito un altro Lp, nel 2023, firmato dallo stacanovista inglese Billy Childish, poliedrico menestrello di culto, che per questa release ha riesumato gli Headcoats, che tornano

I miserabili di Ladj Ly

I miserabili di Ladj Ly

Dedicato a chi è d’accordo con la frase di Hugo che chiude la pellicola: “Amici miei, tenete a mente questo: non ci sono né cattive erbe né uomini cattivi. Ci sono solo cattivi coltivatori”.

Death Mantra For Lazarus – DMFL

Sussurri musicali dettati da una grande tecnica musicale accompagnata da una capacitĂ  compositiva superiore, per un lavoro tutto da ascoltare, scoprire ed amare, per chi ama immergersi nella dolce tempesta dei Death Mantra For Lazarus.

AA VV – BOMB YOUR BRAIN Vol. 2

Secondo capitolo per la compilation “Bomb Your Brain“, ancora una volta concepita e pubblicata, sempre in cinquecento copie, dalla piccola e coraggiosa etichetta indipendente francese PigmĂ© Records. Stessa formula del primo volume, una succosa e urticante raccolta (a questo giro con la didascalia che recita: