King Mastino – Sail Away

King Mastino - Sail Away 1 - fanzine

King Mastino – Sail Away

Io, genovese e genoano, per motivi di campanile dovrei detestare gli spezzini.

E, molto probabilmente, l’ho anche fatto per i novanta minuti nei quali le due squadre hanno giocato l’una contro l’altra, ma poi penso allo Skaletta, ai concerti estivi allo spazio Boss, ai Manges, ai Peawees, ai Fall Out, agli stessi King Mastino ed a tutti gli appassionati del rock’n’roll che amo e che a Spezia risiedono e mi ricredo sinceramente pentito. Tanto pentito che, per farmi perdonare, incenserò questo nuovo album del quartetto dell’estremo levante più dell’umanamente consentito. Scherzo ovviamente sarò al contrario severissimo e vi dirò sin da subito, tanto per mettere in chiaro le cose, che il Re Mastino ha pubblicato un album davvero notevole pieno di quel rock’n’roll sanguigno che piace tanto a noi (quasi) giovani. Undici canzoni in bilico tra il proto-hard ed il garage-punk che ricordano i maestri del genere quali Stooges, MC5 e Radio Birdman (band quest’ultima per la quale i nostri hanno aperto la scorsa estate nella loro città natale), i gruppi australiani che andavano per la maggiore quando ero piccolo piccolo come Celibate Rifles, Lime Spiders e New Christs e la più recente scena scandinava. Una voce particolarmente evocativa ed una tecnica davvero invidiabile pongono le basi per far si che il suono della band risulti compatto ma allo stesso tempo gradevolmente melodico. Tra i brani più riusciti della raccolta si segnalano Blinded Girl e Don’t Let Me Go Away pervasi da una sottile aurea di malinconia tipica di chi si affaccia sul mare ma vede dietro di sé una realtà prettamente industriale, il glam rock You e la quintessenza del miglior hard-punk Psychowhale, il pezzo più bello del disco. Poche musse, come si dice qui in Liguria, e fate vostro questo Sail Away supporterete così la scena punk-rock italiana e vi porterete a casa un album davvero molto bello. P.S.: Un brano dei King Mastino appare anche sul mio penultimo podcast Adventure With The Saint episode n°20, se vi va di dare un ascolto anche a quello lo trovate sempre su questa webzine!

TRACKLIST
1.Twisted Mind
2.Switch On The Light
3.Blinded Girl
4.You
5.She’s My Mermaid
6.Psychowhale
7.Electric Soul
8.Sail Away
9.Face To Face
10.Don’t Let Me Go Away
11.Everybody Say C’Mon

LINE-UP
Holly – Guitar,Backing Vocals
Massi – Bass,Backing Vocals
Gianmarco- Drums
Alessio – Guitar, Vocals

KING MASTINO – Facebook

DESCRIZIONE SEO / RIASSUNTO

Il Santo
calcagnoluca31@gmail.com

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.