Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36
I Racconti Della Balaustra - Di Marco Bernini

I Racconti Della Balaustra – Di Marco Bernini


Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

I Racconti Della Balaustra – Di Marco Bernini

(Società Editrice Fiorentina)
Di questo autore livornese si sa poco e il libro non offre grandi notizie. Si sa che è un ingegnere e che scrive durante i tragitti in treno su un computer portatile.
I racconti sono quasi tutti storie giovanili in cui è l’autore ad essere il protagonista assieme ad un gruppo di amici. Sono storie sentimentali spesso amare, storie che si potrebbero definire di formazione, dagli amori e delusioni della gioventù fino al matrimonio.

Prevale in quasi tutti i racconti il tono lieve e scanzonato, spesso venato di umorismo a tratti quasi irresistibile. L’atmosfera ricorda forse le avventure di Antoine Doinel nei film di Truffaut, specie nei primi racconti, per poi virare nell’ultima parte verso racconti più classici in cui forse si sente l’eco di letture più recenti, forse Pier Vittorio Tondelli. La scrittura è semplice e fluente, non ci sono vezzi stilistici abusati, ciò rende il libro avulso da mode, lontano dalla ricerca di riconoscimenti di genere.
Ora, se il libro si legge di un fiato con divertimento, con desiderio di scoperta, forse a mancare è l’elemento che renderebbe questo libro un affresco giovanile con un passo da romanzo di formazione. Le storie tendono a loro stesse, alla fine si somigliano un po’ troppo. Manca la riflessione e i personaggi appaiono e poi sembrano scomparire. Manca la visione dell’insieme. Ci si diverte ma poi ci si chiede se aldilà delle storie all’interno dei personaggi cambi in qualche modo la visione della vita. Eppure tutti sappiamo che si cresce e spesso i ricordi che bruciano sono quelli che ci fanno vergognare un po’ di come eravamo e ci aiutano a capire quello che stiamo diventando.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati