iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Gina Birch (Raincoats) in arrivo debutto solista nel 2023. Condiviso il primo singolo

Non è mai troppo tardi per rimettersi in gioco, e un esempio di questa scuola di vita arriva da Gina Birch, bassista e una dei membri fondatori della seminale all girl post-punk band inglese Raincoats, che all'età di 67 primavere ha deciso di incidere il suo primo album solista.

Gina Birch (Raincoats) in arrivo debutto solista nel 2023. Condiviso il primo singolo

Non è mai troppo tardi per rimettersi in gioco, e un esempio di questa scuola di vita arriva da Gina Birch, bassista e una dei membri fondatori della seminale all girl post-punk band inglese Raincoats, che all’età di 67 primavere ha deciso di incidere il suo primo album solista, che si intitola “I play my bass loud” e uscirà su Third Man Records il 24 febbraio del prossimo anno.

 

Le undici canzoni che compongono l’Lp, come spiegato dalla stessa Birch, sono da intendersi come un distillato dei suoi anni di vita musicale, politica e artistica, nonché un diario personale che utilizza suoni e testi, pieno di divertimento, rabbia e narrazione. Il disco è prodotto da Youth, bassista dei Killing Joke, e in un brano, “Feminist Song“, è ospite Ana Da Silva, batterista ed ex compagna di band della Birch nelle Raincoats, seminale formazione (di grande ispirazione per l’alternative rock e il movimento delle riot grrrl di inizio anni Novanta, forti delle lodi dei Sonic Youth e dei Nirvana, che nel 1993 avevano ridestato l’interesse nei confronti della band e avevano portato a una reunion delle ragazze, che furono invitate da Kurt Cobain, grande fan delle Raincoats, ad aprire i concerti dei Nirvana per la loro imminente tournée britannica, in programma nell’aprile 1994, che però, purtroppo, venne cancellata a causa della morte dello stesso Cobain, avvenuta una settimana prima dell’inizio del tour) che entrambe fondarono nel 1977, e che nel 1979 incise il disco d’esordio omonimo, considerato uno dei capisaldi della stagione del post-punk britannico.

 

E’ stato condiviso un primo assaggio dal long playing, il singolo “Wish I was you“, nel quale suona Thurston Moore, uno tra i numerosi ospiti che hanno partecipato alle registrazioni del full length.

 

Di seguito artwork, tracklist dell’album e streaming del videoclip di “Wish I was you” (diretto dal figlio dell’artista, Honey Birch).

 

Gina Birch - Gina Birch (Raincoats) In Arrivo Debutto Solista Nel 2023. Condiviso Il Primo Singolo

 

Gina Birch (Raincoats)

1. I Play My Bass Loud
2. And Then It Happened
3. Wish I Was You
4. Big Mouth
5. Pussy Riot
6. I Am Rage
7. I Will Never Wear Stilettos
8. Dance Like A Demon
9. Digging Down
10. Feminist Song
11. Let’s Go Crazy

 

 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Noctu – Super Illius Specula

Super Illius Specula è probabilmente il punto più alto raggiunto finora da un musicista come Noctu, in grado di offrire oggi un doom estremo tra i più avvincenti e, allo stesso tempo, meno scontati in ambito nazionale.

ZETA 04

Quarta puntata avvincente del nostro racconto a puntate…

THE UNCLAIMED – CREATURE OF THE MAUI LOON

Non è certo un’impresa facile quella di trattare del nuovo album di una band sapendo che in realtà (e con buona probabilità) potrebbe anche esserne l’ultimo perché, poco tempo prima della sua uscita, essa ha perso il suo frontman, membro fondatore e fulcro principale. C’è