Fire At Will – Hoping For The Best Expecting The Worst

Fire At Will – Hoping For The Best Expecting The Worst

Fire At Will - Hoping For The Best Expecting The Worst: Ci sono cose che non si possono disimparare, come l'andare in bicicletta, o il nuotare. Ascoltare punk è come queste ult...

Ci sono cose che non si possono disimparare, come l’andare in bicicletta, o il nuotare. Ascoltare punk è come queste ultime cose, non si disimpara mai, anzi lo si può affinare. Io sono cresciuto ascoltando tonnellate di punk e hardcore, e la mia visione a dire il vero era piuttosto limitata, nel senso che oltre a questi generi non ascoltavo quasi nient’altro. L’integralismo fa parte dell’adolescenza e ci può stare, anzi è qualcosa che ti aiuta a crescere. Se sei però musicalmente integralista a trent’anni, allora sei un po’ coglione.

Alla mia età riconsoco a naso un buon disco di hardcore melodico, ormai mi posso permettere di sentirne meno di una decina all’anno, poiché le uscite veramente notevoli in quell’ambito non sono certamente di più. Questa è una di quelle. I Fire at Will sono un grande gruppo di hardcore melodico nella miglior tradizione francese, ovvero suono sporco e molto sincero, con alcune intuizioni davvero notevoli. Dato che hanno anche partecipato al tributo degli 88 Fingers Louie, le coordinate sono quelle. La loro carriera è cominciata nel 2007 con “ Today is mine” , che ha avuto un ottimo riscontro di pubblico e critica ( mi direte, chi se ne frega di noi critici eh…), per poi proseguire con la succitata partecipazione alla compila tributo agli 88 Fingers Louie, arrivando ai giorni nostri. Suono fresco e coinvolgente, con quella maturità che solo poche bands riescono a raggiungere, perchè a far punk siamo bravi tutti, ma a farlo bene e duraturo è ben difficile. I Fire at Will sono orecchiabili e godibili, con testi intelligenti e con una vaga aria di apocalisse. Attualemente promuovono il loro disco nel sud della Francia, per cui potrebbe essere un’ottima occoasione per vedere bei posti e sentire un ottimo gruppo. Altra ottima uscita per la nostrana Chorus of One Records, che raramente sbaglia un’uscita. C’è speranza anche per noi.

http://waww.fireatwillhxc.com/
http://waww.chorusofonerecords.it/

FIRE AT WILL-HOPING FOR THE BEST EXPECTING THE WORST

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.