Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36
Enempidi - Quanto Basta

Enempidi – Quanto Basta


Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Enempidi – Quanto Basta

( BAGANA RECORDS 2010) : ed ecco qui un pestone, anzi un bel backstabbing, ovvero una mazzata alle spalle. I signori in questione, Enempidi per la precisione, da Milano e dintorni, rompono i culi, e provocano dei mosh pit preoccupanti. Potenza, precisione, intensità, sembra che Kevin Garnett ti sia davanti, palla in mano e ti fissa, sei la sua prossima vittima, e vieni schiacciato da una potenza superiore.

Tanti gruppi italiani sono bravi, ma difficilmente arrivano al dunque, ovvero non riescono a dare una continuità alle loro migliori intuizioni, in questo disco ogni pezzo è fantastico, ogni canzone la risenti volentieri, i testi sono molto belli. Ci sento anche un po’ di hc vecchia scuola, almeno nei testi. Ma qui domina su tutti il metal, declinato in tante accezioni, suonato da veri appassionati, gente che non si vergogna a picchiare duro, senza ricercare tanto una melodia, perchè quelli bravi la melodia la tirano fuori comunque, e questi sono bravi davvero. Il tempo passato a sbagliare non può più tornare…frase tratta da “Q.B.”, un pezzo che ti scava dentro. Come al solito mi piacciono di più le canzoni cantate in italiano, ma anche l’inglese funziona alla grande. In questo cd ci sono anche le tastiere, usate benissimo, che non sono solo un complemento, ma una parte integrante del suono. Ferma l’immagine sull’uomo morto che cammina…impossibile non farsi smuovere, sia fisicamente che spiritualmente dagli Enempidi. Appena li senti, sembrano i Linea 77 in gran forma, poi continui e ti accorgi che questi i Linea 77 li triturano, los matan como nada. Il suono che mancava in Italia, metal imparentato strettamente con l’hip hop, perchè qui il groove è sempre presente, e la doppia voce è fantastica. Che dire, mi sembra di avervi fatto capire che davvero una gran cosa.. Esce il 5 marzo, muovete il culo.

Appeso a testa in giù, destinato a morire ammazzato…appeso a testa in giù non sarò mai più svegliato…

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.