Detroit Cobras, È Morta Rachel Nagy

Detroit Cobras, È Morta Rachel Nagy

A quanto sembra, il 2022 pare proprio essere iniziato nello stesso modo in cui era finito il 2021, per quanto riguarda l’ecatombe di musicisti in ambito rock ‘n’ roll presente e passato che, da quasi un decennio a questa parte, ci stanno lasciando con una preoccupante e desolante frequenza ravvicinata.

Dopo la recente notizia del decesso dell’iconica frontwoman e cantante delle Ronettes, Ronnie Spector, infatti, registriamo un’altra dolorosa perdita. E’ venuta a mancare, all’età di 48 anni, per cause ancora sconosciute, anche Rachel Lee Nagy, originaria di Detroit, Michigan.

Rachel è stata frontwoman,  lead singer e tra i membri fondatori dei Detroit Cobras , una rock ‘n’ roll band che, dal 1994 a oggi, aveva fatto del recupero di gemme musicali del passato la sua bandiera e proponeva, in chiave retro-garage soul,  cover di brani popolari e/o oscuri della tradizione rock/blues/soul/country/doo-wop/r&b americana. La Nagy ha rappresentato l’immagine e la forza trainante del gruppo, nonostante numerosissimi cambi di line up e diverse collaborazioni importanti (su tutte, il sodalizio con Greg Cartwright e il bassista-produttore Jim Diamond) registrando un Ep e quattro album.  A dimostrazione del fatto che la scomparsa della performer sia stata del tutto improvvisa e inaspettata, c’è la prova di imminenti nuove date per un tour negli Stati Uniti che era in programma dal prossimo mese, e tra gli shows già fissati dai Detroit Cobras era prevista anche una visita in Italia, a settembre, per due concerti.

E’ stato lo stesso Cartwright a scrivere, sui profili social della band, il comunicato che annuncia la morte della carismatica cantante.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.