iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Damien Jurado – Maraqopa

Damien Jurado - Maraqopa: Torna la premiata coppia Jurado – Swift, con il musicista di Seattle in forma come non mai, anche grazie a Richard Swift...

Damien Jurado – Maraqopa

Torna la premiata coppia Jurado – Swift, con il musicista di Seattle in forma come non mai, anche grazie a Richard Swift per l’appunto, già produttore del suo “ Saint Bartlett “.

“. Il padre putativo del folk scrive dunque un’altra pagina della sua carriera. Partito da lontano con la Sub Pop, dal 2002 lascia la seminale etichetta di Seattle e viaggia in altri lidi per cinque dischi, lasciando sempre un’impronta delicata ed inquieta, di lucente oscurità. Negli ultimi anni il folk ha raggiunto anche il grande pubblico, e quindi vi sono miriadi di bands, allora pechè scegliere Jurado ? La risposta migliore è in questo disco, nei sussurri della voce di Damien, nelle atmosfere semplici eppure complicate, un po’ come la nostra vita. Si può anche sentire un certo osare, un gusto nel rischiare una solida reputazione senza però uscire da un discorso di alta qualità. La partnership con Swift ha sicuramente giovato moltissimo a Jurado, facendogli compiere un ulteriore salto di qualità. Un disco quindi inquietante e visonario, che dà tranquillità dipingendo scenari obliqui e sfocati. Un gran disco di un musicista che non si ferma mai.

Damien Jurado-Maraqopa

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

thou

Thou – Umbilical

I Thou fanno parte di quella corrente musicale sludge metal che nascendo a New Orleans ha contaminato il mondo con un muro di suono e dolore.

Daegonian – Through the great beyond

Daegonian – Through the great beyond:disco che scorre molto bene e che ci riporta ai fasti del symphonic death black, sottogenere prima abusato e ora quasi dimenticato, e qui siamo ai suoi massimi livelli.