iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Andrii Strakhov

Andrii Strakhov è nato nel 1973 a Izhevsk, Udmurtia. Negli anni '80 ha vissuto negli Urali. Dal 1986 vive a Boyarka. Nel 2004 ha studiato presso l'Università Jagellonica di Cracovia con una laurea in Studi Culturali Internazionali.

Andrii Strakhov

q) Presentati, nome, età, luogo.

a) Andrii Strakhov è nato nel 1973 a Izhevsk, Udmurtia. Negli anni ’80 ha vissuto negli Urali. Dal 1986 vive a Boyarka. Nel 2004 ha studiato presso l’Università Jagellonica di Cracovia con una laurea in Studi Culturali Internazionali. Nel maggio 2016 ha esposto alla GalleryX di Dublino, specializzata in arte oscura, nel progetto collettivo di collage erotico STICKY: The Art of Erotic Collage. Nel 2017. a Kiev, nella Galleria Pavlovka, mostra “Stanze che non esistono”, 2017. La mostra personale di Strakhov “Archivio del dottor Nazarenko” ha avuto luogo nello stesso anno nella “Piccola Opera” di Kiev. Mostra personale «Salvaged Dreams» alla Gallery X, Dublino, 2022. Mostra personale «Χάριτες» alla Philosophical Research Society, Los Angeles, 2023.

q) Puoi descrivere il tuo percorso per diventare un artista? Quando ci sei entrato davvero?

a) Ho creato i miei primi lavori visivi nel 1989. Sono realizzati con la tecnica dell'”applicazione” (non mi piace molto la parola

“Collage”, questa parola è usata troppo spesso dagli artisti). Era il tempo dell’Unione Sovietica. Ho creato immagini figurative piene di umorismo nero e derisione dell’ideologia e dello stile di vita sovietici, utilizzando giornali e riviste sovietiche. Un elemento frequente dell’immagine erano i tagli dai titoli degli articoli di giornale. Questi nomi hanno dato all’immagine un tocco di assurdità e profanazione degli ideali umani e dell’ottimismo. Da una serie di dipinti, ho realizzato quaderni artistici e poi li ho replicati su una fotocopiatrice sotto forma di fanzine. Allo stesso tempo, ho acquistato un ritratto del segretario generale del Partito comunista dell’URSS

SM. Gorbaciov e lo dipinsi, presentandolo come un travestito. Per questo ritratto potevo essere arrestato, era un’occupazione pericolosa e la polizia è venuta da me – qualcuno mi ha denunciato. Non mi sentivo un artista, ma solo facendo ciò che mi dava piacere e divertimento. In generale, la mia posizione creativa è sempre stata e sarà antisociale.

q) Descrivi i tuoi ideali e come si manifestano nel tuo lavoro.

a) Da diversi anni sto sviluppando la mia personale mitologia e demonologia. Creo serie tematiche di opere dedicate a un singolo bestiario. Queste possono essere immagini di spiriti della foresta, creature immaginarie, mostri. Tutto ciò che è estraneo alla natura e alla civiltà umana. Allo stesso tempo, sto realizzando opere dedicate a mostruosi ibridi robot-umani, dando a queste immagini i segni e le caratteristiche di un’esistenza catastrofica e impossibile. Motivi di decadimento, trauma, isolamento spesso si manifestano inconsciamente in varie forme artistiche. Uso vecchi archivi fotografici medici originali, atlanti astronomici del XIX secolo o riviste opache della metà del XX secolo come materiale per questi lavori. Mi piace lavorare con carta vecchia o tessuti. Dai tessuti, creo opere in stile vicino all’arte popolare con elementi decorativi. Per loro uso sciarpe e tessuti per abiti ucraini, oltre a sudari orientali. Nel mio lavoro c’è una notevole connessione con le fonti letterarie e il patrimonio culturale mitologico europeo. Voglio raccontare una storia usando metodi e tecniche visive e immergere lo spettatore in un mondo fantastico.

q) La musica fa parte del tuo tempo in studio? Cosa ascolti?

a)La musica fa parte della mia vita. Mi sono diplomato in una scuola di musica nella classe di pianoforte e poi ho continuato la mia formazione al Conservatorio di Kiev nella classe di chitarra classica. Ora sono un membro del collettivo “Svitlana Nianio Band”. Nel processo di creazione di opere visive, ascolto spesso musica. Può essere classicismo, barocco, revival o neo-folk moderno, dark ambient, noise, drone. Mi piacciono i compositori Scarlatti, Lully, Frescobaldi, quelli moderni sono: Cukor Bila Smert, Olexahdr Yurchenko, Death in June, Lustmord, Blood Axis, Les Joyaux De La Princesse, Current 93, Nurse With Wound, la mia attività letteraria è indirettamente collegata con musica. Ho scritto un romanzo sulle sottoculture musicali di Kyiv tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90 del XX secolo. Questo e altri libri e zine, li pubblico nella mia casa editrice indipendente “Stavok Press. Un gruppo di persone che la pensano allo stesso modo e il nostro club tengono regolarmente letture letterarie che si svolgono in un tempio forestale neopagano. La nostra formazione si chiama “Pamoroka”. A questi eventi, leggiamo solo i nostri testi letterari.

q) Come descriveresti il tuo lavoro a qualcuno?

a) È difficile per me descrivere il mio lavoro)

q) Influenze?

a) Mi sembra di non aver subito influssi stilistici diretti. Mi piacciono questi artisti: Lawrence Stephen Lowry; Gustav Adolfo Mossa; Edward Burne Jones; Frank Bernard Dixie; Theodore Severin Kittelsen; Alfred Kubin; Touko Valio Laaksonen. Gli scrittori che mi hanno influenzato di più sono stati:

Ernst Theodor Wilhelm Hoffmann, Gabrielle Wittkop (Ménardeau), Robert Walser, Gustav Meyrink, Athur Machen, Isidore Ducasse. Mircea Eliade.

q) Descrivi il tuo processo per creare un nuovo lavoro.

a) L’impulso a creare un nuovo lavoro può essere un piccolo frammento o frammento di un’immagine. Da questo frammento, formo gradualmente una nuova immagine e costruisco una trama. Doto l’immagine di profondità e dettaglio, creo l’effetto di sovrapporre spazi e tempi diversi, rendendola voluminosa. “Do all’immagine le caratteristiche di genere” come ha detto bene il mio amico.

q) Che consiglio hai per gli artisti che vogliono mostrare il loro lavoro?

a)Posso consigliare agli artisti di essere molto esigenti con se stessi, essere onesti con se stessi ed esprimere ciò che vogliono. Ma anche seguire un impulso momentaneo, l’ispirazione. È necessario distruggere in se stessi tutte le norme ei principi sociali che vivono nella mente di ogni persona, per farne una strategia. In questa pratica, ottieni una nuova esperienza. L’artista stesso può creare uno spazio artistico dove lo annuncia. L’artista ha bisogno di sbarazzarsi della sua censura interna. Potrebbe non essere facile.

q) Di cosa sei veramente entusiasta in questo momento?

a) Prima di tutto, sono eccitato e inorridito dalla guerra che è in corso ora. Quasi ogni notte sento i suoni dei raid aerei e delle esplosioni dei missili russi abbattuti sulla mia città. È orribile. L’anno scorso, non lontano dalla mia città, alla periferia di Kiev, ci sono state operazioni militari, si sono sentite esplosioni giorno e notte e l’intera città era coperta di fumo. A un paio di decine di chilometri dalla mia città c’era la città di Irpen, completamente bombardata e distrutta dai soldati russi. Oggi mi sono svegliato di nuovo dagli allarmi antiaereo… Questo incubo continua, è impossibile per gli abitanti dell’Europa capire e immaginare…

q) Cosa ami di più del luogo in cui vivi?

a) Dove vivo, mi piace la mia casa e il mio giardino. Mi piace camminare per le strade, guardare le vecchie case di legno costruite alla fine del XIX secolo. Mi sento bene nella foresta, dove non ci sono persone.

q) Il modo migliore per trascorrere un giorno libero?

a)Per me ogni giorno è un giorno libero) è bello stare insieme con gli amici e bere un buon bicchiere di alcol per una piacevole conversazione)

q) Prossime mostre/progetti?

a) Non conosco ancora i miei piani per le prossime mostre e progetti espositivi. Ma il processo artistico è in corso. Sono molto grato ai miei amici e curatori irlandesi, della “Gallery X”, che mi hanno aiutato a mantenere il mio archivio d’arte fuori dall’Ucraina. Sono anche grato alla Philosophical Research Society di Los Angeles per aver organizzato la mia mostra personale.

Ti ringrazio per il tuo interesse per la mia arte e per aver pubblicato la mia intervista.

q) Dove le persone possono vedere più del tuo lavoro su Internet?

a) https://chernozem.info/journal/kollazh-strah-i-otvraschenie-andreya-strahova/

Потойбічні сутності. Андрій Страхов — у «Рівні цензури»

Страхов Андрій

https://www.prs.org/chi940rhoiotatauepsilonsigmaf-graces.html

https://galleryxdublin.square.site/shop/original-art/2

https://www.facebook.com/profile.php?id=100063675907903

 

 

ALCUNI LAVORI DI Andrii Strakhov

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Abysskvlt – mDzod Rum

Gli Abysskvlt, con mDzod Rum, propongono un’opera di grande spessore, sia dal punto di vista spirituale che strettamente musicale, ma non si può nascondere che tali sonorità siano principalmente rivolte a chi possiede un’indole incline alla meditazione.