alfredo mogavero – six shots

alfredo mogavero - six shots 1 - fanzine

(Edizioni XII collana Eclissi 2010) Questo sì, che è un libro divertente. Uno di quei libri che, dalla prima pagina all’ultima, non ti annoiano mai. Six shots è una raccolta di sei storie western-horror raccontate con indubbia maestria da Alfredo Mogavero. Mostri pistoleri, vecchie pericolose, becchini filosofi, oscuri servi di Dio, e del vudù, musicisti, diavoli, belle donne e saloon. Paura e risate, scazzottate e sparatorie, interminabili sfide a poker e incontri con guerrieri fantasmi.

La raccolta si apre con Sei Pistole, racconto che vede la vecchia e alquanto arzilla Patty Hillwick affrontare Greg Sei Pistole, un pistolero mostruoso che tiene soggiogata un’intera cittadina. Poi è la volta di Twilight Jackson e Paddy McGee, due personaggi accomunati dalla ricerca di un fantomatico inventore; il primo troverà il modo di sfruttare a suo vantaggio la maledizione che lo tormenta, il secondo perderà l’occasione di rimediare ai suoi pessimi comportamenti. Nebbia e silenzio a Cherokee Hill. Nebbia fittissima che tuttavia non spaventa il becchino Bronson Biggs e il suo fedele aiutante. Del resto Biggs è un uomo di cultura e sa prendere la vita con filosofia. Non si scompone troppo neanche quando incappa in un soldato e un indiano e decisi ad ammazzarsi, certi di non essere ancora morti… Segue La notte al poker: indebitato fino al collo, Ewan Bleen invoca l’aiuto di un personaggio davvero poco raccomandabile: Pastrano Nero. In cambio di una serie di vincite al poker per saldare i suoi debiti, Ewan dovrà affrontare delle prove non sempre piacevoli. I Baluardi non sono servi di Dio a cui piace troppo scherzare: le loro missioni per conto del Signore, le portano avanti fino alla fine anche se devono far fuori un bambino. Ma non sempre i bambini sono innocenti e inermi come appaiono. Torna la vecchia Patty nell’ultimo racconto, la Resa dei Conti con l’amore che un tempo l’abbandonò. E come in un saluto finale a teatro, ritroviamo alcuni personaggi dei precedenti racconti e le citazioni tra le righe rendono anche più divertente la chiusura del sipario.
Nel complesso, un libro d’evasione davvero spassoso, che dimostra l’enorme capacità narrativa dell’Autore nel costruire storie che appassionano e divertono.

recensione Alfredo Mogavero - Six shots

Avatar

Autore: Maurizio "ScarWeld" Landini

Maurizio "ScarWeld" Landini ha iniziato a comporre poesie nel 1986, ispirato dalla musica di Jean Michel Jarre. Appassionato di fantascienza militare, scrive la sua prima storia di genere (Schermi Neri) nel 2007 aggiudicandosi la quarta edizione del premio nazionale Space Prophecies. Ha scritto per le riviste "Continuum", “Delos Science Fiction”, "Next", "Short Stories" ed è presente in diverse raccolte di racconti come la terza antologia del movimento letterario del Connettivismo “Avanguardie Futuro Oscuro” (Edizioni Diversa Sintonia/Kipple Edizioni). Attualmente sta collaborando con il blog “Liberi di Scrivere” e approfondendo il tema della narrazione di guerra nell’immaginario fantascientifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.