A.s.e. – Mmxvii

Supportare sempre e comunque e in questo caso ne vale pure la pena

A.s.e. – Mmxvii

Gli A.S.E. sono l’esempio del perchĂ© Inyoureyes è nata ed esiste da così tanti anni. O almeno di quello che la nostra webzine dovrebbe essere per quanto riguarda me e vale a dire un mezzo per supportare, nel nostro piccolo, a far sì che certe realtĂ  spesso invisibili abbiano la loro (meritata) visibilitĂ .

Certo parlare di “grossi nomi” porta contatti ma la vera finalitĂ  di un network indipendente deve essere quella di far crescere il vero underground quello di cui nessuno parla e di cui in pochi conoscono l’esistenza. L’aver ricevuto, grazie alla mia ultima recensione comparsa su queste pagine, un ringraziamento per il supporto che do (diamo) all’underground italiano è stato uno dei piĂą grossi premi e complimenti che ho (abbiamo) ricevuto, uno delle cose per le quali vale la pena continuare ad esistere. Ma torniamo alla band in questione anche perchĂ© merita che questo suo ep venga trattato con la giusta attenzione.

I pezzi che lo compongono sono sei e, curiosamente, sono quelli con i numeri pari i piĂą convincenti, il secondo Oltre un bel esempio di combat-rock clashiano o, se vogliamo restare dentro i patri confini, ispirato ai Gang; il quarto N.M.P. dal ritmo serrato spedito in odore di hardcore ed il sesto Des.Ill. un rock’n’roll punkizzato che può ricordare vagamente i Bone Machine.

Quello che gli A.S.E. propongono è la quintessenza del punk: suoni sporchi, testi intransigenti e attitudine a badilate e, a parer mio, tanto dovrebbe bastare ad attirare il supporto di tutti quanti coloro hanno a cuore la sopravvivenza di un certo tipo di realtà.

TRACKLIST
1) Maitreya,
2) Oltre,
3) Inferno,
4) N.M.P.,
5) Luce
6) Des.Ill.

LINE-UP
Snack – Voce/Chitarra,
Lello – Chitarra,
Peglia – Basso,
Giuggi – Batteria

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

ZAKO – I

Durante una trasferta in Toscana per motivi familiari, per chi vi scrive si è presentata una splendida opportunitĂ : quella di vedere in azione, per la prima volta dal vivo, i leggendari Fuzztones in concerto a un’oretta d’auto di distanza da dove (temporaneamente) alloggiava. Colto l’attimo,

THEE HEADCOATS – IRREGULARIS (THE GREAT HIATUS)

Neanche il tempo di recensire l’album-raccolta “Failure not success” (pubblicato col moniker Wild Billy Childish & CTMF) che arriva subito un altro Lp, nel 2023, firmato dallo stacanovista inglese Billy Childish, poliedrico menestrello di culto, che per questa release ha riesumato gli Headcoats, che tornano

I miserabili di Ladj Ly

I miserabili di Ladj Ly

Dedicato a chi è d’accordo con la frase di Hugo che chiude la pellicola: “Amici miei, tenete a mente questo: non ci sono né cattive erbe né uomini cattivi. Ci sono solo cattivi coltivatori”.