Our Souls – The Beast Within

Our Souls – The Beast Within

Cercate e fate vostro questo lavoro, non potete immaginare la forza bruta che sprigionano gli Our Souls finché non la proverete sulla vostra pelle.

Una mazzata terrificante, una bomba devastante, violento e senza compromessi, thrash metal dalle venature hardcore che deflagra e distrugge senza pietà, questo risulta The Beast Within, ultimo lavoro del bombardiere tedesco Our Souls.

Nata sul finire del millennio passato, questa debordante band arriva lo scorso anno al suo terzo album, giunto a noi solo ora, così senza perdere altro tempo prezioso, ve li presentiamo in tutta la loro furia distruttrice.
Debutto targato 1999 (Final Hour) e poi un ep ed un live, prima che il precedente War for Nothing del 2013 dia un po’ di continuità alla discografia del gruppo, ed infatti dopo solo due anni The Beast Within torna in tutta la sua potenza devastante a turbare i sogni dei thrash metal fans europei.
Il quintetto tedesco costruisce su una base thrash, ben bilanciata tra tradizione e sfumature più moderne, il suo muro sonoro fatto di pietre metal e cemento hardcore, ed il risultato non può che essere un’insormontabile parete di roccia metallica, sfiorata da poche ma eccezionali ventate di death metal melodico (F-E-S-R).
Con un singer (Berny) che sbraita rabbioso e risulta una furia scatenata, un lavoro ritmico che sfiora la perfezione (Michael “Gruni” Grunert alle pelli e Marcus “Linne” Lindemann al basso) e due chitarre torturate sadicamente lanciando gemiti melodici prima della morte (Florian “Flocke” Klähr e Andreas “Andti.D” Damm) il giochino perverso e violentissimo è fatto e gli Our Souls possono liberare tutta la loro attitudine hardcore su un tappeto di metallico thrash dalle palle fumanti, potente come un vulcano in eruzione, portatore di distruzione come il più violento degli uragani.
Ecco, un uragano sonoro di notevoli dimensioni che si abbatte ed infierisce senza pietà, tra velocissime cavalcate e mid tempo pesanti come incudini, un esagerato ed esaltante viaggio nella musica estrema, accompagnati da brani di una forza dirompente come la title track posta in apertura, la devastante Zombie Nation, la già citata e death oriented F-E-S-R , ed il rullo compressore Pornsuckers from Hell, un inferno hardcore sceso sulla terra.
Cercate e fate vostro questo lavoro, non potete immaginare la forza bruta che sprigionano gli Our Souls finché non la proverete sulla vostra pelle.

TRACKLIST
1. The Beast Within
2. Time Is Up
3. Zombie Nation
4. Age of Pestilence
5. I Am Alive
6. F-E-S-R
7. No Surrender
8. Pornsuckers from Hell
9. Leave Me Alone
10. Chemie der Verwesung

LINE-UP
Berny – Vocals
Flokke – Guitar
Andti – Guitar
Linne – Bass
Gruni – Drums

OUR SOULS – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.