iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Lords Of Altamont – The Wild Sounds Of The Lords Of Altamon

La loro non è una mera riproposizione di un qualcosa che è ormai passato, ma una rielaborazione di vari generi musicali tipicamente americani, a partire dal rock and roll delle origini per arrivare ai Dictators e al glam punk.

Lords Of Altamont – The Wild Sounds Of The Lords Of Altamon

Il rock and roll è sempre stato, e sempre sarà, un genere di successo, e molti gruppi lo suonano e ne fanno professione di vita.

Se volete però fare centro cercando qualità e divertimento allora dovete puntare sul sesto disco dei losangelini Lords Of Altamont ed il loro sesto disco The Wild Sounds Of The Lords Of Altamont, in uscita ad ottobre per la romana Heavy Psych Sounds.

Il suono rock con forti tinte punk dei Lords è qualcosa di davvero divertente, ed il gruppo non ha mai sbagliato un disco. Le loro radici si perdono nella notte dei tempi del rock and roll, nella selvaggia gioventù americana che cominciava a muovere pelvi e coltelli al ritmo di una musica che stava facendo a pezzi l’illusione del sogno americano.

I giri di chitarra e basso di quel periodo si possono riascoltare rielaborati nella musica dei Lords, ma troviamo molto di più in loro. L’approccio è infatti molto punk, ma non nel senso novantiano della parola, ma dobbiamo andare molto più indietro, fino a quei gruppi proto punk che facevano rock and roll e garage in una maniera differente. Inoltre nei Lords vi è una forte componente hard rock e glam, e la loro bravura aggiunge un tocco speciale, rendendoli uno dei gruppi migliori nel genere. Chitarre, basso e batteria stendono viaggiano veloci sull’asfalto, accompagnati da un organo Farfisa davvero importante, e la composizione della canzone è sempre pressoché perfetta, con ritornelli coinvolgenti e momenti di ottimo pathos, insomma un’enciclopedia del rock and roll.

I Lords Of Altamont vantano infatti un manipolo indefesso di fans, e se ne procurano di nuovi ad ogni uscita discografica o concerto che sia. La loro non è una mera riproposizione di un qualcosa che è ormai passato, ma una rielaborazione di vari generi musicali tipicamente americani, a partire dal rock and roll delle origini per arrivare ai Dictators e al glam punk.

I Lords Of Altamont sono un gruppo molto divertente e valido, anzi sono i migliori nel loro genere, in assoluto i più divertenti e capaci. Spirito punk rock per davvero e non solo per definizione, e questa sesta prova è un’ennesima conferma e chicca.

1. Like A Bird
2. Been Broken
3. Going Downtown
4. Take A Walk ( On The Short Pier )
5. Evil
6. ( Ain’t No ) Revolution
7. Death On A Highway
8. Fever Fix
9. I Said “ Hey “
10 . Can’t Lose
11. Where Did Ypou Sleep

Jake Cavaliere
Dani Sindaco
Rob Zimmerman
Steven Van Der Werff

Http://facebook.com/LordsofAltamont

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
1 Comment

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

The Mosquitos - In the Shadows

The Mosquitos In the Shadows

The Mosquitos In the Shadows: Ci vorrebbe qualcosa che cambi tutto, ad esempio un gran bel disco. Niente paura ragazz* ci pensa, al solito, Area Pirata a fornirvelo.

Cento domeniche di Antonio Albanese

Il film del 2023 diretto e interpretato da Antonio Albanese. Il film racconta la storia di Antonio, un ex operaio di un cantiere nautico, che conduce una vita mite e tranquilla.

I Cervelli della Nasa - Rimbamba

I Cervelli della Nasa – Rimbamba

La band si cimenta in un surf strumentale a tratti legato alla tradizione del genere, ma che non disdegna panorami futuribili, panorami che rendono il loro suono personale e affrancato dagli stilemi, spesso troppo rigidi, di un sound che io comunque adoro.