iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Jesus Lizard, a settembre il nuovo album

Jesus Lizard, a settembre il nuovo album

In questo movimentato 2024 per la scena noise/post-hardcore mondiale, segnata dalla dolorosa e prematura scomparsa di Steve Albini (arrivata pochi giorni prima dell’uscita dell’ultimo Lp dei suoi Shellac) c’è anche una buona notizia, perché è stato ufficializzato il ritorno discografico dei Jesus Lizard, che hanno annunciato la pubblicazione di un nuovo album, che si intitola “Rack“, la cui uscita è prevista per il 13 settembre sulla label californiana Ipecac Recordings.

Per il quartetto texano, capitanato dal frontman David Yow (e da qualche mese di nuovo attivo sui social network) si tratta del settimo long playing complessivo (che arriva a ben ventisei anni di distanza dall’ultimo full length del combo, “Blue“) di un percorso iniziato nel 1987 e che ha visto vari scioglimenti e reunion.

Il disco è stato registrato, lo scorso anno, agli Audio Eagle studios di Nashville, ed è stato condiviso un primo estratto dal nuovo lavoro, il singolo “Hide & Seek“, di cui è stato realizzato anche un videoclip (realizzato da Paul Allen).

Di seguito artwork, tracklist dell’album e streaming del brano.

Jesus Lizard - Jesus Lizard, A Settembre Il Nuovo Album

1. Hide & Seek
2. Armistice Day
3. Grind
4. What If?
5. Lord Godiva
6. Alexis Feels Sick
7. Falling Down
8. Dunning Kruger
9. Moto(R)
10. Is That Your Hand?
11. Swan The Dog

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Urza/Calliophis – Dawn of a Lifeless Age

Calliophis e Urza uniscono le loro forze proponendo lo split album Dawn of a Lifeless Age, molto interessante oltre che di durata corposa, con ciascun gruppo a proporre due brani inediti di durata superiore ai 10 minuti e, soprattutto, di ottimo livello qualitativo.

NEGAZIONE/DECLINO – MUCCHIO SELVAGGIO

C’era una volta, in Italia, una scena musicale che – fatto abbastanza raro – non era (troppo) derivativa da influenze esterofile e, per potenza e (bassa) qualità della proposta, non aveva nulla da invidiare alle scene omonime (ma ben più grandi, “quotate” e visibili) inglesi/europee