iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Jazz Re:found 2012

Jazz Re:found 2012: Torna per la quinta edizione Jazz:Re:found – dal 21 al 24 giugno a Vercelli – un piccolo, atipico gioiello nel panorama ...

Jazz Re:found 2012

Torna per la quinta edizione Jazz:Re:found – dal 21 al 24 giugno a Vercelli – un piccolo, atipico gioiello nel panorama dei festival nostrani, e lo fa con un cast che lo pone già tra le priorità dell’estate musicale italiana e non.

In tal senso, basterebbero da soli i nomi degli headliner delle due giornate principali, venerdì 22 giugno e sabato 23 giugno. Da un lato Four Tet, uno dei più rispettati ed amati producer digitali dell’ultimo decennio, capace di conquistare con la sua elettronica piena di ricami preziosi e trovate geniali sia le platee più abituate a sonorità indie rock che quelle più devote alla club culture – questo senza dimenticare i suoi molti riferimenti al jazz e all’improvvisazione. Dall’altro, semplicemente delle leggende: i De La Soul hanno fatto la storia della musica rap e della cultura hip hop, rappresentandone il lato più creativo, quello più capace di contaminare generi musicali diversissimi fra loro, ma anche quello più nobile dal punto di vista dei contenuti, con rime mai banali e sempre lontanissime dai luoghi comuni più deteriori del rap commerciale. La line up comunque non si esaurisce certo con loro. Nei quattro giorni del festival ci sarà spazio per magiche voci nu soul (Alice Russell), sperimentatori di nuove sonorità in campo digitale e non solo (Machinedrum, Rocketnumbernine, Emika), e molti act italiani impegnati in progetti speciali ed esclusivi (dall’incontro di Claudio Coccoluto col Club to Club Soundsystem al progetto electro-swing Sweet Life Society, passando per l’hip hop intelligente di Ghemon, l’art pop di Carlot-ta, le selezioni di Alessio Bertallot).
Un elenco solo parziale che nelle prossime settimane si accrescerà ulteriormente, anche grazie alle collaborazioni con realtà come il festival torinese Club To Club – il più importante festival italiano dedicato alla musica e alle arti elettroniche, che quest’anno è partner di Jazz:Re:Found, condividendone la visione e presentando artisti del calibro di Four Tet e Rocketnumbernine, il mostro sonico a tre teste O, il trademark C2C Soundsystem con Claudio Coccoluto e Giorgio Valletta oltre ad uno special guest non ancora svelato – la Red Bull Music Academy e l’Istituto Europe di Design “IED”. Così come non mancheranno anche quest’anno le caratteristiche che hanno reso Jazz Re:Found una felice anomalia: l’atmosfera rilassata e quasi familiare, le molte attività collaterali, il pubblico proveniente anche da fuori Italia (Svizzera, Francia, Austria…)
JAZZ:RE:FOUND 2012
21-24 Giugno
Corso Bormida 34, Vercelli
Piazzale Divertimenti (Cascina Borghetto)

- Jazz Re:found 2012

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Hamferð – Men Guðs hond er sterk

Il sound della band di Tórshavn è talmente peculiare da sfuggire ad ogni tentativo di sommaria classificazione: il tutto avviene senza il ricorso a chissà quali soluzioni cervellotiche in quanto gli Hamferð mettono il loro smisurato talento al servizio di un lirismo che, oggi, è appannaggio solo di pochi eletti.

Muddy Worries Fucked Up

Muddy Worries Fucked Up

la vera forza dei Muddy Worries è quella di essere poliedrici, di saper contaminare le loro canzoni con varie influenze restando assolutamente credibili.