Impact, è Morto Il Batterista Alberto Gigo Gigante

Impact, è Morto Il Batterista Alberto Gigo Gigante

Ci ha lasciati anche Alberto “Gigo” Gigante, batterista, co-fondatore e (per alcuni anni) cantante dei ferraresi IMPACT, tra le più rappresentative formazioni dell’hardcore punk italiano degli anni Ottanta. Aveva 56 anni e, presumibilmente, la causa della sua morte è da imputare alle conseguenze del covid-19.

Gigo iniziò a suonare con gli Impact nel 1980, registrando l’album di debutto “Solo Odio” nel 1985, considerato tra i capisaldi del genere hardcore punk nostrano, e uno split Ep della band (insieme agli Eu’s Arse) fu anche oggetto di attenzione dal parte della punkzine statunitense Maximumrocknroll. L’avventura di Alberto col gruppo durò fino alla fine del decennio, quando passò dalla batteria al ruolo di frontman, prima di chiamarsi fuori nel 1991, e il gruppo si sciolse nel 1995. A metà degli anni Duemila si è riunito agli Impact per riprendere l’attività live, senza incidere nuovo materiale (l’unica pubblicazione prodotta dalla reunion è stata, nel 2011, il libro biografico “Realtà Mutabili“, scaricabile e consultabile gratuitamente a questo indirizzo). Successivamente, a metà anni Novanta, Gigante ha suonato con i milanesi Rappresaglia, altro importante ensemble hardcore. Nel corso della sua vita, è stato anche videomaker e fotografo impegnato sui temi sociali, autore di reportage e documentari in varie zone del mondo, alcuni trasmessi su canali televisivi inglesi e tedeschi.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.