Grasscut – Everyone Was A Bird

Grasscut - Everyone Was A Bird 1 - fanzine

Grasscut – Everyone Was A Bird

I Grasscut fanno un’elettronica di altissimo lignaggio e di grande ricercatezza, e con questo ultimo album danno prova di grande capacità compositiva.

Dal primo disco del 2010 1 Inch : 1\2 Mile i due inglesi hanno dimostrato di appartenere ad una categoria davvero rara dei musicisti e produttori elettronici. La loro musica è pop elettronico, ovvero una costruzione pop della canzone con un tappeto musicale elettronico. Andrew Phillips e Marcu O’Dair sono due musicisti che hanno continuato quel filone pop dell’elettronica inglese che era stato lasciato un po’ andare per mancanza di lavori validi. In questo terzo disco a tre anni da Unearth Shadow i due ci portano dentro la campagna inglese, anche se non è strettamente un album bucolico, ma un album di speranza in mezzo alla decadenza. Se al primo ascolto i Grasscut vi sembrano raffinati o barocchi, dovete disintonizzare le vostre antenne, poiché questi due inglesi possono regalarvi grandi gioie. Le loro canzoni sono perle electro pop incastonate in un continuum musicale assai notevole. Tutto in Everyone Was A Bird è costruito e vissuto con calma, e pare davvero di stare in un bosco o nella campagna inglese. E in dieci località inglesi i Grasscut hanno nascosto dieci musicassette, la persona che le troverà avrà l’opportunità di un concerto personale del duo di Brighton.
C’è magia in queste note e le vostre orecchie verranno deliziate.
Da ascoltare ad occhi rigorosamente chiusi.

TRACKLIST
1. Islander
2. Radar
3.Curlews
4.Fallswater
5.Halflife
6.Snowdown
7.The Field
8.Red Kite

LINE-UP
Andrew Phillips
Marcus O’Dair

GRASSCUT – Facebook

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.