Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36
Enrico Pietrangeli - In Un Tempo Andato Con Biglietto Di Ritorno

Enrico Pietrangeli – In Un Tempo Andato Con Biglietto Di Ritorno

Enrico Pietrangeli - In Un Tempo Andato Con Biglietto Di Ritorno: Ritornano gli anni settanta, sono passati ed hanno lasciato il loro segno e i loro segnali. Che dire, forse Enrico Pietr...


Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/895352.cloudwaysapps.com/wcnaxsfeed/public_html/wp-content/plugins/elementor-pro/modules/dynamic-tags/tags/post-featured-image.php on line 36

Enrico Pietrangeli – In Un Tempo Andato Con Biglietto Di Ritorno

Ritornano gli anni settanta, sono passati ed hanno lasciato il loro segno e i loro segnali. Che dire, forse Enrico Pietrangeli c’era, forse ha fatto finta di esserci ma non importa.

La sua sfiga è che prima c’è stato Marcel Proust, dopo Jack Kerouac e scrivere di ricordi personali (troppo personali) è come suonare a Woodstock dopo Jimi Hendrix. Enrico conosce il rock, il cinema e (forse) la letteratura e capisce cosa intendo dire: se uno vuole volare con la mente scriva fantasy, horror e fantascienza se no è lo stesso, si possono fare molte altre cose e scrivere è attività molto faticosa per chi la fa e per chi la subisce.Entro nel merito del tempo andato e del suo biglietto: c’è un ragazzino con un ottimo rapporto con i droghieri, gli hare khrisna e i festival di poesia. Viaggia tra Roma, Firenze e Castel di Sangro, ha saltuarie esperienze etero e una dichiarata omofobia; ascolta buona musica e capisce, facendo una certa fatica, che se si frequenta l’ero alla fine ci sono controindicazioni, tipo fare rapine, curare poco l’aspetto fisico e magari finire dentro o peggio. Viene in mente Thomas de Quincey, uno che la sapeva lunga in proposito e che diceva che l’omicidio, attività controversa e discutibile, porta all’emarginazione sociale perchè se uno uccide magari non prova più vergogna a rubare, bestemmiare e ruttare in pubblico quindi è uno da evitare perchè, se sei con lui, farai sicuramente delle figure di merda.Quello che manca a Pietrangeli è proprio questo, quella lieve o greve patina di ironia che permette di avere un buon rapporto col passato, qualunque passato (vero o falso non interessa a nessuno). Giustamente tiene a precisare che il narratore non è necessariamente l’autore, così come chi recensisce non è necessariamente un critico letterario. Sbaglia però in una cosa importante: se si pubblica un romanzo con una prefazione e una postfazione, in un saggio cosa dovrebbe esserci, l’elenco del telefono della Magliana? In conclusione chi scrive e pubblica lo fa a suo rischio e pericolo e se uno ha un biglietto falso, tra le numerose possibilità c’è anche quella che passi il controllore e si incazzi. ettore manzilli

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Alberica Sveva Simeone – The wormcave

Primo romanzo della scrittrice romana Alberica Sveva Simeone per le edizioni Plutonia Publications dello scrittore e ottimo divulgatore del fantastico con il suo podcast Plutonia Publications.

“Riflessioni sulla pena di morte” di Albert Camus, edito da SE

Riflessioni sulla pena di morte di Albert Camus

“Réflexions sur la guillotine” è un saggio del ’57 di Camus che appare prima sulla “Nouvelle Revue Francaise” e poi nel libro “Réflexions sur la peine capitale”

Alexander Gonzalez Delgado

Gonzalez Delgado (o più semplicemente Sasha), nonostante l’avversione di Zuckerberg per il corpo nudo e i capezzoli femminili in primis.