Cranio – Cranio

Cranio – Cranio

Album d’esordio di grande personalità.

Cranio è una band composta da una coppia di musicisti ed è il primo gruppo di lancio della nuova etichetta Furry Heart Records.

Il loro album d’esordio, prodotto esclusivamente su vinile, ci sembra, a primo ascolto, una buona miscela di musica registrata in cantina, dove appunto il garage e il primo grunge erano di casa, confermando l’impressione che si può ancora produrre qualcosa di valido anche se catturato in questo modo.
Quello che stupisce di questo disco è la capacità dei due di sfidarsi nel corso del suo incedere, quasi come se stessimo assistendo, solamente con la forza dell’udito, ad un duello western, con caricatori a forma di strumenti e pallottole che piovono in cielo rinchiuse nelle note.
E’ un disco che regala veri e propri stati d’animo suggeriti, come nelle tracce There is a Problem e I Like Fishing, da una voce distorta che ci fa sentire come se ci trovassimo in un pozzo e ciò che suona all’interno fossero le mura che lo circondano, o da un sottile velo di musica glam come in Sobtown e Invidia, per poi capire con MonsterVida Criminal, che fare musica è anche picchiare duro, e che in fin dei conti in tutto questo non c’è proprio nulla di sbagliato.

Tracklist:
1 Drain
2 There Is A Problem
3 Invidia
4 Sobtown
5 Vida Criminal
6 I Like Fishing
7 Monster

CRANIO – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.

The HangeeS - Heading Back to the Good Valley

The HangeeS – Heading Back to the Good Valley

Stavo ascoltando i Monks, e a rifletterci mi sorge spontaneo un dubbio: cosa avrebbe pensato se invece dei monaci ci fossero stati sul piatto gli HangeeS con il loro nuovo disco la cui data di pubblicazione è il 2022?