Cocks – Good Luck, Have Fun


Recensione

Per tutto il disco c’è un senso di umanità che quasi ti commuove, non ci sono pose, ma solo voglia di divertirsi, e la sicurezza che a volte un abbraccio può più di mille canzoni.

Buona fortuna, divertiti.

Ci sono tantissime cose dentro questa brevissima frase, forse il migliore degli haiku possibili.

I Cocks sono quattro ragazzi genovesi come tanti che da anni, oltre a vivere vite normali, suonano un gran bel punk rock. Questo è il loro secondo disco sulla lunga distanza, dopo The Emergency Exit del 2014, ed è una gran bella opera. Il loro punk rock è tra il punk rock tre corde ed il miglior punk americano degli ultimi anni, anche se i Cocks lo fanno meglio.

Il suono è sia veloce che più ritmato, il disco è ad alta intensità, i Cocks prediligono instaurare un sentimento generale più che qualche episodio degno di nota piazzato qui e là. Questi ragazzi hanno fatto un disco molto bello e piacevole, ma soprattutto parlano di vita oltre la giovinezza. Intendiamoci, questi ragazzi sono giovani e hanno la vita davanti, ma non sono i soliti quattro disgraziati che fanno punk credendosi ventenni anche se ne hanno cinquanta.

I testi sono molto maturi anche se semplici, e qui sta la difficoltà, perché a fare i tenebrosi e a sparare incomprensibili super cazzole siamo capaci tutti, invece qui c’è sensibilità e ottimo punk rock. Non mi piace parlare di me stesso in una recensione, perché deve essere il più possibile oggettiva, ma questo disco mi ha fatto pensare molto al rapporto che ho con mia figlia di cinque anni. Ieri sentivamo assieme il disco, che le è piaciuto molto anche a lei,e pensavo a cosa le si potesse dire, e forse l’unica cosa è appunto dirle ciò che ci dicono i Cocks in copertina con il disegno di un bambino nel grembo materno : buona fortuna, divertiti.

Per tutto il disco c’è un senso di umanità che quasi ti commuove, non ci sono pose, ma solo voglia di divertirsi, e la sicurezza che a volte un abbraccio può più di mille canzoni. Good Luck, Have Fun è il disco punk che avreste voluto ascoltare da molti anni, chitarra fluida, basso galoppante, batteria a mille, voci e cori molto belli. Con dischi così il punk rock bene o male non verrà mai meno, e l’importante è questo.

Belle emozioni davvero.
Good Luck, Have Fun.

PS : se volete il vinile verde ordinatelo o andatelo a prendere da Flamingo Records a Genova in Piazza Delle Vigne, uno degli ultimi negozi di dischi come si deve, con persone come si deve.

ETICHETTA: Flamingo Records \ Lost Dog Records \ No Reason Records

1.Glhf
2.I’ve had enough
3.False smile
4.Why not
5.Big eyes
6.Celebrate
7.My fault
8.To be the one
9.Prd
10.Brushing teeth
11.Lengthy roads

Anto- guitar,voice
Femi – bass, voice
Alby – guitar
Anza – drum”

36 Condivisioni

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *