iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Chono Nights: A Eburum Faboulous Festival!

Chono Nights: A Eburum Faboulous Festival!: Tempo fa parlammo di una nuova label Made in South, la CHONO RECORDS. A breve distanza torniamo sul ...

Chono Nights: A Eburum Faboulous Festival!

Tempo fa parlammo di una nuova label Made in South, la CHONO RECORDS.

A breve distanza torniamo sul discorso, sì perché a forza di sgomitare, i ragazzi del rock si stanno aprendo un varco nella dura e polverosa provincia salernitana e iniziano a farsi conoscere anche altrove. Tanti sono i progetti messi in cantiere che vedranno la luce fra non molto e tante sono le iniziative intraprese, prima fra tutte la difesa a spada tratta di quelle poche band che ancora credono nella produzione di musica propria e nei live. Con il termine CHONO NIGHTS portano avanti proprio tale progetto, che finora ha avuto come cornice il circolo Arci Mumble Rumble di Salerno, ma che dal prossimo 29 giugno si delocalizzerà nell’Ebolitano e per la precisione all’Ebart, per quattro notti di puro e viscerale rock’n’roll, condito in tutte le salse. Il tutto è reso possibile grazie alla voglia degli organizzatori dell’Eburum festival di condire con musica il loro evento enogastronomico. La prima serata vi darà la possibilità di ascoltare una delle nuovissime band campane: The Showbiz, con il loro pub-rock asciutto e abrasivo, a base di telecaster e precision, anni ‘70 e J&B, blues e night club, luci rosse e culi al vento. In apertura ci saranno i Bidons, con il loro Clamarama appena pubblicato per Area Pirata e Mia Cameretta. La seconda sera un’altra new entry: The Superslots Terrible Smashers, che hanno appena mandato in stampa il loro primo e attesissimo album a base di garage punk che uscirà sempre per Area Pirata, con la partecipazione proprio della Chono Records (di tutto ciò faccio finta di non saperne nulla). Il pubblico sarà scaldato a dovere dai The Bubbles, che continuano a promuovere il loro primo lavoro e la contempo lavorando al nuovo. Con il cambio di mese le sonorità diventano più heavy: Circle of Witches, una delle poche band campane che vanta tour di spessore fino alla gelida Mosca e che sarà on stage subito dopo una serie di live in terra teutonica. La stessa sera The Provincials che con il loro poliedrico frontman e il riuscitissimo Disco Futurissimo non ha certo bisogno di presentazioni. L’ultima sera sarà il momento del ritorno sulle scene dei The Valium, storica band salernitata con tre album all’attivo e in procinto di pubblicare il loro primo album in inglese, dopo una serie di riuscitissimi singoli. In apertura The Nitroglycerine, band di derivazione garage blues su cui la Chono Records ha puntato per il primo 7″, anch’esso di prossima uscita. Difficile sintetizzare meglio quello che vi aspetta, anche perché vi è un ricco fermento intorno alla label e tante band che vi ripongono fiducia. Durante le serate, inoltre, sono previsti djset vinilici a cura di Joe & Frank, Frizzy Pazzy e Dj Arnold e presenza di variegati stand.

CHONO NIGHTS: a Eburum faboulous festival!- Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Bineural – Bineural ep

Bineural – Bineural ep:Questo ep omonimo è una danza in fallace equilibrio sull’orlo dell’abisso che viviamo ogni giorno, ordinato e matematico caos musicale, felice libertà senza vincoli, come la musica dovrebbe essere.

Forever Falling – The Determinism of Essence in Matter

The Determinism of Essence in Matter, nonostante i riferimenti filosofici del titolo siano suggestivi di una certa profondità concettuale, è un lavoro che penetra con un certo agio le difese dell’ascoltatore grazie a un approccio sincero, fluido e privo di artifici al funeral death doom da parte dei Forever Falling.

SHELLAC – TO ALL TRAINS

Meglio mettere subito le cose in chiaro: è impossibile ascoltare questo disco con lucidità e distacco emotivo, quando non ci si è ancora ripresi dalla terribile notizia che ne ha preceduto l’uscita. Metabolizzare il lutto per la recente, improvvisa e prematura scomparsa di Steve Albini,