Lourdes Rebels – Snuff Safari

Lourdes Rebels – Snuff Safari

Gli emiliani Lourdes Rebels (Rodolfo Villani, Luigi Bonora), rifacendosi in maniera chiara e netta all’immaginario b-movie degli anni ’70-’80, debuttano per l’americana Aagoo Records con i sei brani (in realtà la tracklist ne indica sette, ma sul disco ne troverete solo sei) di Snuff Safari, disco incentrato sul manipolare il suono al fine di creare calde e avvolgenti atmosfere dal sapore vagamente esotico.

Pharaoh Excuses, camminando con sicurezza sulla ripetitiva linea di basso, scalda il cuore con il calore delle tastiere e l’acido disturbo sonoro che graffia l’aria, trasformandosi poi in un allucinato e coinvolgente canto esotico (privo di voci).
La ripetitività ritmica si impadronisce anche di Skate Mecca, concedendosi un volto più solare e disteso rispetto al precedente pezzo (merito anche di quelli che sembrano inserti di violino), mentre i ruggiti di tigri/leoni di Apuro Liquido, gettando in un comprensibile stato di ansia e inquietudine, ipnotizza con i suoi leggeri echi psichedelici, aprendo al trascinante imbambolare di chitarra e percussioni della calda e sudata Snuff Safari.
Le tastiere di Jungle Ghost, infine, generando leggeri strati di tensione, scompare rapidamente tra le note del misterioso tribalismo della conclusiva Bovary.
Nestke, invece, compare nella tracklist, ma non nel disco.

I sei brani proposti dai Lourdes Rebels danno vita a un mondo imbevuto di esotismo, trasportando l’ascoltatore in un mondo immaginario fatto di foreste tropicali, belve feroci e tribù indigene spesso ostili. Un disco coinvolgente e di “genere” che farà la felicità degli appassionati. Un ottimo debutto.

Tracklist:
01. Pharaoh Excuses
02. Skate Mecca
03. Apuro Liquido
04. Snuff Safari
05. Jungle Ghost
06. Bovary
07. Nestke

Line-up:
Rodolfo Villani
Luigi Bonora

LOURDES REBELS – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati