Lorenzo Feliciati And Colin Edwin – Twinscapes

Lorenzo Feliciati And Colin Edwin – Twinscapes

Il disco pubblicato dai due musicisti, di chiara matrice jazz, scorre piacevole per tutta la sua durata, riuscendo a combinare ottimamente complessità esecutiva e immediatezza d'ascolto

Lorenzo Feliciati (membro fondatore dei Naked Truth e dei Metallic Taste Of Blood e fondatore degli Ex-Wise Heads), entrambi bassisti, uniscono le loro forze per dare vita al progetto Twinscapes. Ad accompagnarli in questa nuova avventura (composta da undici brani), ci sono un bel po’ di nomi noti: David Jackson (Van Der Graaf Generator), Andi Pupato (Ronin) e Roberto Gualdi (PFM).

Shaken, con il suo pulsare fitto di mistero, scivola sinuosa fino al quasi trip-hop dell’onirica Alice (molto interessanti le melodie di basso al centro del pezzo) e al leggero galleggiare della delicata e raffinata In Dreamland. La composta Breathsketch, tra percussioni, giochi sonori basati sul respiro e basso che si annoda su sé stesso nel finale, introduce il morbido muoversi di Transparent (con tanto di sassofono nel finale), mentre la calda i-Dea, raffinata e coinvolgente, si contrappone al nervoso tendersi di Conspiracy e all’incalzare di Perfect Tool. Sparse, infine, guidata da impalpabili melodie, cede spazio al notturno svilupparsi di Yugen (in leggera e costante crescita) e al composto e intrigante concludere di Solos.

Il disco pubblicato dai due musicisti, di chiara matrice jazz, scorre piacevole per tutta la sua durata, riuscendo a combinare ottimamente complessità esecutiva e immediatezza d’ascolto. Un lavoro strumentale curato e corposo.

Tracklist:
1. Shaken
2. Alice
3. In Dreamland
4. Breathsketch
5. Transparent
6. i-Dea
7. Conspiracy
8. Perfect Tool
9. Sparse
10. Yugen
11. Solos

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.

The HangeeS - Heading Back to the Good Valley

The HangeeS – Heading Back to the Good Valley

Stavo ascoltando i Monks, e a rifletterci mi sorge spontaneo un dubbio: cosa avrebbe pensato se invece dei monaci ci fossero stati sul piatto gli HangeeS con il loro nuovo disco la cui data di pubblicazione è il 2022?

RIBBON STAGE – HIT WITH THE MOST

Avevamo già parlato, l’anno scorso, delle Ribbon Stage, terzetto newyorchese a trazione femminile (“Anni Hilator” al basso e voce e “Jolie M-A” alla chitarra e cori, coadiuvate da Mari Softie alla batteria) autore di un indie/noise pop che profuma deliziosamente di (altri) anni Ottanta, quelli di compilation come “C86”, e che avrebbe fatto la fortuna di etichette come la Sarah Records.