Back Home Africa

Back Home Africa: La nostra visione della migrazione si definisce attraverso un approccio di sviluppo locale e inclusivo. Il nostro grido...

Back Home Africa

La nostra visione della migrazione si definisce attraverso un approccio di sviluppo locale e inclusivo.
Il nostro grido di guerra : il mare uccide, il deserto; se tacciamo ci uccidiamo.

Siamo migranti d’Italia e di Spagna, rientrati definitivamente in Senegal insieme al professore d’italiano TALLA KANTE: avendo vissuto le molteplici sfaccettature che ognuno ha dovuto affrontare ed osservato i flussi migratori di migliaia di persone che rischiano la vita in barca e nel deserto sperando di trovare una condizione migliore in Europa, abbiamo pensato di creare un’associazione chiamata “Back Home Africa”.

Quest’organizzazione di migranti è stata creata nel 2013 a Genova, in Italia: la sua sede è nel capoluogo ligure in Via del Campo ed anche a Dakar, in Senegal dal 2017, a Pikine-Est, periferia della capitale . Il suo obiettivo principale è quello di promuovere la politica di rimpatrio volontario per i migranti nella loro terra d’origine per migliorare lo sviluppo socio- economico locale. Sviluppa strategie di informazione e di sensibilizzazione, rafforzamento delle capacità sociali ed economiche, tramite la formazione e l’insegnamento/apprendimento dei mestieri rivolti ai giovani, donne e le famiglie.

Visione e Missione

– la visione

La visione espressa dall’associazione è l’inserimento socio-economico dei migranti di ritorno e dei potenziali migranti per promuovere lo sviluppo endogeno e sostenibile a livello locale. Questa visione si concretizza attraverso un approccio inclusivo e partecipativo ed anche attraverso l’impegno di tutti gli attori del territorio.

-la missione

Il miglioramento delle condizioni di vita e lo sviluppo delle persone è la finalità della nostra politica: Back Home Africa ritiene prioritario lavorare a questo effetto per mostrare la realtà dei danni e dei benefici della migrazione, basandosi su elementi visivi ed azioni concrete di sviluppo, pur incoraggiando i giovani sul fatto che possano avere successo rimanendo nel loro paese di origine.
Quindi, Back Home Africa si è data come missione la promozione di una dinamica comunitaria organizzando, facendo sensibilizzazione, creando strutture e spazi di dialogo e mettendo in sinergia le iniziative degli attori di base.
I due progetti maggiori sono la creazione di un centro di informazioni e documentazioni sulle migrazioni (CIDOM) e la creazione di un centro di formazione professionale in cui verranno insegnati mestieri classici come meccanico, idraulico, falegname, muratore ecc

il Comitato Direttivo è composto da :
Bira Wade Ndiaye, Presidente di BHA
Ibrahima Gueye, Segretario Generale
Talla Kante, incaricato Relazioni Esterni ed Amministratore della pagina FB
Khady Gadiaga, Tesoriere.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Alberica Sveva Simeone – The wormcave

Primo romanzo della scrittrice romana Alberica Sveva Simeone per le edizioni Plutonia Publications dello scrittore e ottimo divulgatore del fantastico con il suo podcast Plutonia Publications.

“Riflessioni sulla pena di morte” di Albert Camus, edito da SE

Riflessioni sulla pena di morte di Albert Camus

“Réflexions sur la guillotine” è un saggio del ’57 di Camus che appare prima sulla “Nouvelle Revue Francaise” e poi nel libro “Réflexions sur la peine capitale”

Alexander Gonzalez Delgado

Gonzalez Delgado (o più semplicemente Sasha), nonostante l’avversione di Zuckerberg per il corpo nudo e i capezzoli femminili in primis.