iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Psyk – Time Foundation

Psyk fa una techno minimalistica, non minimale, legato nella composizione alla house e ai ritmi secchi ma decisi.

Psyk – Time Foundation

Torna l’ex ragazzo prodigio della techno Manuel Anòs, che esordì a diciannove anni pubblicando un disco con la Minus.

Dopo due ottimi Ep pubblicati su Mote Evolver, sforna per la stessa etichetta il disco sulla lunga distanza. Psyk fa una techno minimalistica, non minimale, legato nella composizione alla house e ai ritmi secchi ma decisi.
In circa un’ora Manuel ci porta in giro per il suo mondo techno, fatto di movimento e di canzoni piacevoli, con lo stretto necessario addosso.
Ci sono diversi suoni ed ogni traccia fa storia a sé, si sente molto la classe di questo ragazzo che ha davvero il ritmo in testa.
Si passa in rassegna tutta la techno ma, pur essendo giovane, il nostro madrileno non si fa mancare nulla, andando a pescare anche nel passato.
La particolarità maggiore di Psyk è di riuscire a fare grandi tracce con non più di cinque elementi nel pezzo, e non è facile.
Un disco eccellente per un grande talento.

Tracklist:
1. Automatic
2. Myriad
3. Riot
4. Avadon
5. Five
6. Silhouette
7. Shift
8. Parade
9. Nine
10. L3

PSYK – Facebok

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Def Leppard Pyromania

Def Leppard Pyromania: ascoltandolo si capisce in maniera molto netta ed importante la grandezza di questo gruppo

Priest – Blue Nine

Quarto disco per l’entità musicale svedese Priest, si chiama ” Blue nine” ed esce per la loro etichetta Blue Nine anch’essa.