Idol Lips – Street Values


Recensione

Un disco che ti fa respirare una boccata di aria fresca e malsana nello stesso tempo

Nella vita, almeno nella mia, i momenti no corrispondono alle percentuali con le quali il partito comunista bulgaro si aggiudicava le elezioni “democratiche” del paese balcanico all’incirca il 99,2%.

Alcuni giorni fa Antonio degli Idol Lips chiedendomi come stavo alla mia risposta laconica “ci sono stati momenti migliori” mi rispondeva “ma noi abbiamo il rock’n’roll”.

Questa affermazione, che può di primo acchito apparire retorica, in realtà contiene una grande verità.

Per noi che bazzichiamo l’underground più oltranzista e perdente, che parteggiamo per una squadra che non vincerà mai nulla e che tifiamo per una rivolta dove non ci siano né servi né padroni che non si tramuterà mai in realtà la musica vuol dire davvero tanto perché è tutto ciò che resta per guardare alla vita con un minimo di speranza. Sono infatti le band vere e prive di ogni velleità commerciale come quella ci cui vi sto per parlare che rappresentano, nel loro piccolo, una boccata di ossigeno quando si mette fuori la testa dalla merda di un mondo nel quale ci si sente sempre più estranei.

La proposta degli Idol Lips è basica esattamente come piace ad un loser come me ed è per questo che apprezzo questo loro album, un concentrato di passione, attitudine perdente ed energia debordante. Dentro ci trovate l’aussie-sound alla Radio Birdman (Outta Scene), il punk’n’roll sostenuto e dal grande ritornello (Don’t Need Your Love), il glam meno laccato e più volitivo (No One To Blame, Too Loose), il pop-punk alla Buzzcocks (Feeling Blue) ed il pub rock alla Dr.Feelgood (Ain’t That Cool). Insomma, lo avrete capito da soli, tutto ciò che adorano l’ 0,8% del genere umano , quelli che credono ancora che il punk-rock sia la musica più elettrizzante che mente umana abbia concepito. Street Values è quindi un disco che in pochi si cagheranno ma che i veri appassionati reputeranno bello, stimolante e (molto) divertente.

E poi guardatevi la copertina – bellissima – ed una foto della band – davvero dei tipi rock’n’roll – e capirete di essere capitati nel posto giusto nel momento sbagliato.

ETICHETTA: Wanda Records

TRACKLIST
1) Outta Scene,
2) Don’t Need Your Love,
3) No One To Blame,
4) Too Loud For The Crowd,
5) Out Of Control,
6) No Way Out,
7) Queen Of The Town,
8) Waiting To Die Around,
9) Too Loose,
10) Feeling Blue,
11) Can’t Kick It,
12) Ain’t That Cool

LINE-UP
Tony Volume, Vale Blade, Adrian Ics, Dee Blade

22 Condivisioni

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.