Codeine, a settembre in arrivo un album inedito del 1992

Codeine, a settembre in arrivo un album inedito del 1992

Continua l’opera meritoria della Numero Group, label specializzata in ristampe e nello scavare tra gli archivi di band fondamentali del post–hardcore americano degli anni Novanta (Karate, Unwound) e in generale di altre formazioni indie rock, con l’obiettivo di ritrovare chicche inedite e altre registazioni perdute o dimenticate, e mai pubblicate e farle uscire.

 

Ultima gemma dell’etichetta di Chicago, in materia di tesori rispolverati e recuperati, è un album inedito dei newyorchesi Codeine, paladini dello slowcore (la band si è sciolta nel 1994) dei quali verrà stampato (in vinile, oltre al formato digitale) “Dessau“, un Lp registrato dal trio all’Harold Dessau Recording Studio nel giugno del 1992 (e che quindi nel 2022 ricorre il suo trentesimo anniversario) in seguito all’ottimo album d’esordio “Frigid Stars“, ma poi accantonato e abbandonato dalla band, che comunque ha utilizzato, successivamente, alcune canzoni di questo lotto oscuro, rielaborandole e inserendole in varie edizioni del secondo disco, “The White Birch“, prodotto nel 1994, poco prima che il leader Chris Brokaw sciogliesse il gruppo. Il long playing vedrà ufficialmente la luce il 16 settembre e i suoi otto brani sono stati restaurati dai nastri originali dal produttore Mike McMackin, secondo quello che, originariamente, avrebbe dovuto essere il vero “White Birch”.

 

Qui è possibile effettuare il pre-order. Di seguito, artwork, tracklist e lo streaming dell’opening track “Sea“.

Codeine, a settembre in arrivo un album inedito del 1992 1 - fanzine

 

TRACKLIST

 

1. Sea
2. Jr
3. Tom
4. I Wonder
5. Realize
6. Something New
7. Wird
8. Smoking Room

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati