iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

I Die Kreuzen Pubblicano I Loro Primi Demo [listen]

I Die Kreuzen, icone punk/hardcore/noise di Milwaukee, hanno pubblicato, in streaming, le registrazioni dei loro demo, dalle marcate sonorità hardcore punk, risalenti al periodo 1981-1982.

I Die Kreuzen Pubblicano I Loro Primi Demo [listen]

I Die Kreuzen, icone punk/hardcore/noise di Milwaukee, hanno pubblicato, in streaming, le registrazioni dei loro demo, dalle marcate sonorità hardcore punk, risalenti al periodo 1981-1982.

I nastri, in formato cassette tape, già oggetto di bootleg in passato, sono stati digitalizzati e rimasterizzati da Justin Perkins al Mystery Room Mastering. I demo del 1981 furono registrati a scopo di booking e inviati a club e locali (per rimediare ingaggi per live shows) mentre quelli del 1982 furono incisi su cassetta e venduti ai concerti, o attraverso il mail order. Queste canzoni, successivamente, sarebbero finite sulle loro prime pubblicazioni ufficiali, l’Ep “Cows And Beer” e sul primo album omonimo del 1984.

E’ possibile ascoltare e scaricare i demo sul sito Song Preserve, ogni ascolto si trasforma in una donazione al Wisconsin Conservancy Of Music.

Die Kreuzen - I Die Kreuzen Pubblicano I Loro Primi Demo [Listen]

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Urza/Calliophis – Dawn of a Lifeless Age

Calliophis e Urza uniscono le loro forze proponendo lo split album Dawn of a Lifeless Age, molto interessante oltre che di durata corposa, con ciascun gruppo a proporre due brani inediti di durata superiore ai 10 minuti e, soprattutto, di ottimo livello qualitativo.

NEGAZIONE/DECLINO – MUCCHIO SELVAGGIO

C’era una volta, in Italia, una scena musicale che – fatto abbastanza raro – non era (troppo) derivativa da influenze esterofile e, per potenza e (bassa) qualità della proposta, non aveva nulla da invidiare alle scene omonime (ma ben più grandi, “quotate” e visibili) inglesi/europee