iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.
Riccardo Trebbi

Riccardo Trebbi

Nasco come progger, ma nei soli 23 anni della mia vita mi sono divertito a spaziare praticamente tra tutti i generi. Nel mio iPod potreste trovare un album di Tom Jobim e subito dopo "Symbolic" dei Death. Considero la musica una vera 'musa', e in quanto tale cerco di rispettarla, venerarla e accarezzarla allo stesso tempo. Cerco, nei ritagli di tempo, di coltivare la passione per la tastiera, nata fin da quando ero piccolo: autodidatta, e figlio di batterista a sua volta autodidatta. Alcune delle icone più significative nel mio percorso? David Bowie, Pat Metheny, Mia Martini, De Gregori, Bjork, Genesis, Weather Report, Dream Theater, Opeth.
Recensioni

Leprous – Bilateral

Un album eccezionale, una sorta di manifesto di ciò che può diventare il prog se unito al metal e a sprazzi di avanguardia, il tutto condito dalla genialità di uno stile incredibilmente originale

Leggi Tutto »
Recensioni

Enslaved – In Times

Giunta al tredicesimo full-length, la band norvegese confeziona un altro album di livello eccelso, che si presenta come una summa della maturità artistica e dello stile, unico e inclassificabile, consolidato negli ultimi anni.

Leggi Tutto »
Recensioni

Angra – Secret Garden

Un ritorno un po’ inconsueto per lo storico gruppo brasiliano, che con l’ingresso di Fabio Lione sforna un disco solido e godibile, distaccandosi (ma non troppo) dai suoni delle origini

Leggi Tutto »