L'autore non denuncia verità nascoste o teoremi complessi. Mettendo insieme elementi chiarissimi della realtà con cui dovremmo confrontarci tutti i giorni, ribadisce in modo elementare che non possiamo abbandonare la nostra partecipazione attiva alla vita pubblica e che la conoscenza è ancora il primo valore indimenticabile per il cambiamento...