Unòrsominòre – Una Valle Che Brucia Analisi Logica

Unòrsominòre – Una Valle Che Brucia Analisi Logica

La musica alternativa per avere un minimo di senso dovrebbe stupire, fornire appunto un’alternativa e sono tutte cazzate.

E questi due dischi di unòrsominòre stanno lì a dimostrare che categorie onanistiche c’è musica interessante e musica vuota. La prima è in netta minoranza, ma finché ci saranno chicche come queste due uscite in download libero, qualcosa si muove. Unòrsominòre è Emiliano Merlin, veronese trapiantato a Padova e poi a Roma, ma soprattutto musicante pensante ed in grado di fare un’offerta elegante, stimolante e ben composta. Dovremmo già essergli grati che ci ha risparmiato i comunicati stampa e gli annunci zuckerbeghiani di imminente uscita, trailer, perepecchio e spritz in compagnia live su facebook. Invece qui palla lunga pedalare, e un disco su lunga distanza ed un ep disponibile a tutti.

Il disco su lunga distanza, Una Valle Che Brucia, è un bellissimo schiaffo ripetuto saltellando sulle punte dei piedi ridendo ubriachi. E il mettersi in mezzo alla strada sapendo che saremo spazzati via presto, ma almeno un funerale vichingo e marxista. Sì, dare fastidio ancora un po’, porre quelle domande scomode e dare risposte fastidiose come un dito in culo, il tutto con grande talento e stile. Unòrsominòre smentisce Manuel Agnelli ( che ha ragione solo in parte perché in Italia c’è un sottobosco che funziona benissimo), facendo musica davvero interessante e viva, minimale o scattante a seconda delle esigenze, ma sempre carica di contenuti e di immagini.

Unòrsominòre è coadiuvato benissimo dalla produzione di Fabio De Min dei Non Voglio Che Clara, che hanno una cifra stilistica molto simile ad Emiliano. Due dischi sorprendenti e bellissimi, e liberi per il popolo. Viva la musica popolare per davvero.

TRACKLIST

Una Valla Che Brucia

1.Il demone meridiano
2.Hubris, o preghiera del senza Dio
3.Canzone del partigiano Giovanni, Pt. 1
4.Varsavia
5.Mattatoio
6.Canzone di Alekos
7.Uomini contro
8.Breve considerazione sul cosmo
9.Fare meno / Fare meglio
10.Clinofilia
11.18 aprile

Analisi Logica

1.O tempora
2.Épater le bourgeois
3.Pezzali

LINE-UP
[Not answered]

VOTO
7,5

URL Facebook
http://www.facebook.com/unorsominore

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati